FOCUS – Champions League, ecco le possibili avversarie del Napoli: venerdì il sorteggio

FOCUS – Champions League, ecco le possibili avversarie del Napoli: venerdì il sorteggio

Venerdì 4 agosto ore 12.00, Nyon, Svizzera. Segnatevi ora e posto, ma soprattutto non prendete impegni. E’ lì, nella sede Uefa che il Napoli scoprirà l’avversaria ai playoff per entrare nelle 32 che faranno parte della Champions League 2017-2018. L’ultima edizione con preliminari, per quanto ci riguarda, visto che dalla prossima stagione, le compagini di Spagna, Germania, Inghilterra e Italia avranno 4 squadre qualificate direttamente alla fase a gironi. Però bisogna pensare al presente, e gli azzurri di Sarri dopo gli ottavi raggiunti lo scorso anno hanno intenzione di migliorare quanto fatto ed entrare nella storia (il Napoli non ha mai superato questo turno nelle proprie esperienze nella massima competizione europea per club, ndr). Le possibili avversarie sono cinque, inserite nella seconda fascia dello slot dedicato al percorso “piazzate”. Gli azzurri troveranno una tra Hoffenheim, Steaua Bucarest, Young Boys, Nizza e Istanbul Basaksehir.

HOFFENHEIM – DIFFICOLTA’ MEDIA

Turn- und Sportgemeinschaft 1899 Hoffenheim, questo il nome della vera rivelazione di questo preliminare. La squadra tedesca allenata dal 30enne Julian Nagelsmann, sorpresa della Bundesliga, insieme al Lipsia, è inserito nella seconda fascia. Prima apparizione in Champions per i tedeschi che hanno concluso il loro campionato al 4° posto con 62 punti frutto di 16 vittorie, 14 pareggi e solo 4 sconfitte. Sono state 17 le giornate in cui la squadra di Sisnheim è rimasta imbattuta prima della sconfitta con il Lipsia 2-1. Seconda difesa alla pari con l’Hertha Berlino, soltanto dopo il Bayern campione. Kramaric è il miglior marcatore ma occhio anche a Sandro Wagner. Nagelsmann, l’allenatore più giovane in un massimo campionato europeo è riuscito ad ottenere grandi risultati grazie al gioco che ha dato alla squadra e per la sua mentalità offensiva, riuscendo a far rendere tutti al massimo. Però nella sessione estiva del mercato, l’Hoffenheim ha perso pezzi. Süle e Rudy, infatti si sono trasferiti al Bayern Monaco. In entrata si fanno notare gli arrivi di Nordtveit e Serge Gnabry, quest’ultimo protagonista dell’ultimo europeo Under 21 vinto dalla Germania. La Rhein-Neckar-Arena, ospita le partite in casa con una capienza di 30.164 spettatori

STEAUA BUCAREST – DIFFICOLTA’ BASSA 

Dopo il 2-2 in casa stabilito all’andata contro il Viktoria Plzen, in molti vedevano i rumeni fuori dal cammino Champions. Invece la squadra della capitale rumena espugna con un sonoro 1-4 Plzen e si qualifica al turno successivo. La squadra di Dica, arriva al playoff dopo aver concluso il proprio campionato al 2° posto, alle spalle del Viitorul Constanza. Un avversario scomodo dal punto di vista ambientale, visto il calore dell’Arena Nationala di Bucarest. La compagine rossoblù però nel turno precedente ha dimostrato di poter far bene anche lontano dalle mura amiche. In rosa può puntare su calciatori del calibro di Felipe Teixeira, mediano col vizio del gol e Tanase, folletto della nazionale rumena capitanata da Vlad Chiriches. Occhio alla vecchia conoscenza del calcio italiano, Alibec. Un incrocio col Napoli di Mazzarri nella fase a gironi di Europa League 2010/2011. Un 3-3 spettacolare all’andata, 1-0 firmato Cavani oltre il 90° che valse la qualificazione agli azzurri al ritorno.

YOUNG BOYS – DIFFICOLTA’ BASSA

All’ultimo respiro, ma dentro. Un gol al 90° all’andata li aveva lasciati in vita, un gol al 90° gli regala l’accesso all’ultimo turno preliminare di Champions League. Merito allo Young Boys di Adolf Huetter che ribalta il 3-1 di Kiev con un secco 2-0 firmato Hoarau-Lotomba. Gli svizzeri non sarebbero un avversario del tutto nuovo per il Napoli visto l’incrocio nella fase a gironi di Europa League della stagione 2014/2015 che videro gli azzurri sconfitti per 2-0 in Svizzera e vittoriosi al San Paolo per 3-0. Era l’ultimo anno di Benitez, l’anno in cui gli azzurri persero lo spareggio Champions con l’Athletic Bilbao. Nella rosa dei gialloneri una vecchia conoscenza del calcio italiano, Von Bergen difensore ex Cesena e Palermo. Attenzione all’esperienza internazionale che apportano al club Hoarau, ex Psg e Sulejmani, ex Ajax. Il campionato svizzero è già alla seconda giornata, e a guidare la classifica c’è proprio lo Young Boys a punteggio pieno insieme a Zurigo e Sion.

NIZZA – DIFFICOLTA’ MEDIA

Il primo pensiero non può che non portare a Mario Balotelli. La squadra corsa estromette l’Ajax nel doppio confronto più interessante del secondo turno grazie a due prestazioni attente e ciniche. Due pareggi che premiano la squadra di Favre, in virtù del maggior numero di reti segnate in trasferta. Un avversario che potrebbe rivelarsi ostico, vista la capacità lo scorso anno di tenere a lungo dietro in campionato il colosso Psg e il Monaco futuro campione di Francia. L’ex numero 9 dell’Italia non è però l’unico arco nella freccia dei francesi che possono contare su calciatori esperti dal calibro di Koziello e Plea. Per il terzo turno probabilmente non potranno più contare su Dalbert, interessante terzino destro da tempo accostato all’Inter, sostituito però da Jallet, ex Psg. Napoli e Nizza sono già stati avversari, lo scorso 1 agosto in amichevole al San Paolo, con netta vittoria degli uomini di Sarri per 3-0.

ISTANBUL BASAKSEHIR – DIFFICOLTA’ ALTA

Hanno sfiorato la vittoria del campionato turco, portata via dal Besiktas nelle ultime giornate. Tre vecchie conoscenze del calcio italiano: l’ex Inler, oltre che Elia e Emre Belozoglu. Tanta esperienza internazionale, grazie agli apporti di gente come Clichy e Adebayor, non proprio gli ultimi arrivati. Un occhio di riguardo va dato a Edin Visca, bosniaco dal gran talento e Marcio Mossoro, trequartista. Volkan Babacan regala la giusta sicurezza tra i pali. E’ la prima partecipazione del club della capitale economica della Turchia agli spareggi Champions. Hanno avuto la meglio agevolmente sul Brugge, un club abituato a palcoscenici del genere. La miglior difesa dell’ultimo campionato turco, insieme ad un attacco veloce e spietato fa del Basaksehir uno degli avversari più temibili per gli azzurri di Sarri.

Servizio a cura di Salvatore Garofalo

 


Laureando in Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, diplomato in ragioneria. Fin da bambino si diletta a commentare partite di calcio in Tv. Un obiettivo prefissato: quello di diventare un giornalista sportivo di grande livello sfruttando la possibilità che IamNaples.it gli concede nel mondo dell’informazione.

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google