FOCUS – Champions League, tutte le possibili avversarie del Napoli: lunedì il sorteggio a Nyon

Real, Bayern, City e Psg gli spauracchi della seconda fascia da evitare

Il Napoli è agli ottavi di finale. Dopo la clamorosa beffa sotto la gestione Benitez, con l’incredibile “retrocessione” in Europa League in un girone terminato con 12 punti all’attivo alla pari con Arsenal e Borussia Dortmund, ieri sera gli azzurri hanno raggiunto il primo obiettivo stagionale, entrando nella storia della società azzurra che mai aveva concluso al primo posto il girone eliminatorio. Di conseguenza gli azzurri, lunedì, alle 12 nell’urna di Nyon (segui il LIVE di IamNaples.it dalle 11.30) troverà una seconda qualificata. Saranno vietati accoppiamenti con squadre della stessa nazione e con la seconda del proprio girone (Benfica, ndr). Gli azzurri inoltre sono già certi di disputare il ritorno al San Paolo, un vantaggio da sfruttare col sostegno del pubblico azzurro. Scopriamo da vicino le possibili avversarie:

PSG – Difficoltà ALTA

Il solo nominare i francesi fa tornare alla mente l’ex azzurro Cavani, che dopo la partenza di Ibrahimovic ha visto ricadere sulle sue spalle l’intero peso dell’attacco parigino. Insieme con lui sugli esterni nel 4-3-3 disegnato da Emery, vicinissimo alla panchina azzurra prima dell’arrivo di Sarri, Lucas e Angel Di Maria. Il centrocampo, folto, composto da prime firme, Matuidi, Verratti e Thiago Motta. In difesa la coppia centrale composta dai brasiliani Marquinhos e Thiago Silva. Sugli esterni Kurzawa ed Aurier. In porta la vera sorpresa, con Areola preferito a Trapp. I francesi in campionato sono terzi dietro al sorprendente Nizza di Balotelli e al Monaco. Non ci sono precedenti tra i club in Champions League.

BAYERN MONACO – Difficoltà ELEVATA

La vera sorpresa della seconda fascia di Nyon. Le due sconfitte nel girone contro Atletico Madrid e Rostov, hanno fatto sì che la squadra di Rumenigge finisse alle spalle degli spagnoli di Simeone. Con l’arrivo di Ancelotti in terra bavarese le cose sono cambiate e non poco. Gli innesti sul mercato sono stati pochi ma importanti, Hummels e Renato Sanches hanno portato tanta qualità nel reparto difensivo ed a centrocampo. Garanzia in porta con Neuer e in attacco con Lewandowski supportato da Ribery, Robben, Muller, l’ex Juventus Vidal, Thiago Alcantara e Xabi Alonso. I tedeschi nella scorsa edizione si sono fermati in semifinale contro l’Atletico Madrid, dopo aver eliminato agli ottavi la Juventus. Unico precedente in Champions, sotto la guida Mazzarri con il 3-2 in Germania e l’1-1 al San Paolo.

MANCHESTER CITY – Difficoltà ALTA

Per il Napoli non sarebbe una prima volta. Con gli inglesi c’è stato il doppio confronto nella fase a gironi nella prima Champions dell’era De Laurentiis con pareggio in Inghilterra e vittoria in casa. Il City degli sceicchi non ha raccolto quanto speso e l’arrivo di Pep Guardiola sulla panchina e del suo Tiki-Taka, dimostra la chiara volontà della dirigenza di vincere ed incidere anche in Europa. In Premier League è quarto dietro il Chelsea, l’Arsenal e il Liverpool. Lo scorso anno, la corsa europea si è interrotta in semifinale contro il Real Madrid. Girone chiuso dietro il Barcellona.

BAYER LEVERKUSEN – Difficoltà MEDIA

Le aspirine di Germania sono in difficoltà in campionato, a metà classifica e con 17 punti di distacco dal Lipsia capolista a sorpresa. Ha chiuso il girone con 10 punti alle spalle del Monaco e precedendo il più quotato, almeno sulla carta, Tottenham. La BayArena può contenere circa 30.000 spettatori. Tedeschi imbattuti in Champions con due vittorie e ben quattro pareggi.

PORTO – Difficoltà BASSA

I portoghesi hanno eliminato la Roma nei play-off di agosto, hanno trovato la qualificazione tra le migliori sedici nell’ultima serata asfaltando per 5-0 il Leicester di Ranieri. In campionato dopo un inizio affannoso, Nuno Espirito Santo ha trovato la strada giusta rialzando i suoi fino al terzo posto alle spalle di Benfica e Sporting Lisbona. Col Napoli l’ultima sfida in Europa League nel 2014 nella stagione dei 12 punti in Champions e la cocente eliminazione agli ottavi in Europa League in virtù proprio della sconfitta di Oporto (1-0) e il pareggio del San Paolo (2-2). Tra le seconde è quella definita la più morbida ma in Europa guai ad abbassare, eventualmente, la guardia.

SIVIGLIA – Difficoltà MEDIA

La squadra di Sampaoli ha chiuso alle spalle della Juventus il girone eliminatorio. Tra le sue fila può contare conoscenze italiane come Sirigu, Rami e Vazquez, spesso vicino al Napoli secondo le voci di mercato. Molto diverso l’atteggiamento tattico della squadra rispetto a quella che ha vinto tre edizioni di Europa League consecutivamente sotto la gestione Unai Emery. Non c’è più Gameiro a guidare l’attacco ma Ben Yedder in alternanza con Vietto. Entrambi ben assistiti da Vitolo, Vazquez e Nasri. Il modulo preferito dall’allenatore argentino è il 4-2-3-1 con Nzonzi e Iborra ad interdire sulla mediana e coprire il reparto difensivo. In Liga è terzo dietro i colossi Real Madrid e Barcellona. Il Sanchez PizJuan è uno dei più caldi stadi spagnoli.

REAL MADRID – Difficoltà ELEVATA

L’altra sorpresa della seconda fascia di Champions League. Gli spagnoli hanno chiuso dietro il Borussia Dortmund facendosi rimontare al Bernabeu nell’ultima sfida due gol di vantaggio da Aubameyang e Reus. Gli spagnoli imbattuti in stagione tra campionato, Champions e Coppa di Spagna, sono oltretutto i campioni in carica della competizione e pagano il passo falso contro il Legia Varsavia. Il punto debole della squadra madrilena è da accreditare al reparto difensivo. Su tutti ovviamente c’è da fare particolare attenzione a Cristiano Ronaldo. C’è un precedente in Champions League, era l’era Maradona e l’esordio assoluto degli azzurri in Champions (Coppa dei Campioni). Doppio confronto finito in favore degli spagnoli: 2-0 a Madrid in un Bernabeu chiuso ai tifosi e 1-1 al San Paolo.

Servizio a cura di Salvatore Garofalo

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.