Gazzetta – Lega Pro, rinviato il progetto seconde squadre di A: se ne riparlerà per il 2019-2020

Slitta ancora l’introduzione delle seconde squadre in Italia

Slitta ancora l’introduzione delle seconde squadre in Italia. Nel corso di un Consiglio Direttivo della Lega Pro, tenutosi ieri, il commissario della Figc Fabbricini e il presidente della Lega Pro Gravina infatti hanno rimandato il discorso alla stagione 2019/20.

Troppo stretti i tempi per le tante cose da fare per poter introdurre le seconde squadre già dal 2018/19. Come spiega la Gazzetta dello Sport, quattro in particolare i punti su cui la Lega Pro ha incentrato la difficoltà della questione: bloccare i ripescaggi per consentire l’ingresso delle squadre B avrebbe portato ad una pioggia di ricorsi; non ci sarebbe comunque il tempo materiale per adeguare alle norme previste dalla categoria status e tesseramento delle nuove arrivate; servirebbe per i club di Serie C un adeguato riconoscimento economico, ad oggi non previsto, poiché le società perderebbero i premi di valorizzazione per i giovani in prestito; infine, la posizione della Lega Pro, senza una più ampia riforma dei campionati l’inserimento delle squadre B sarebbe solo un riempitivo.

Così, spiega la Gazzetta, Fabbricini e Gravina hanno deciso di proseguire le trattative sulla questione, perché la volontà di inserire le seconde squadre esiste, ma a partire dalla stagione 2019/20.

In un comunicato, la Lega Pro ha spiegato che “l’incontro ha lasciato un clima positivo”.  “Il Commissario Fabbricini – prosegue la nota – ha sottolineato l’apprezzamento sul lavoro della governance della Lega Pro, in particolare per le proposte di riforma a partire dal progetto di trasformazione in semiprofessionisti. Ha risposto puntualmente e in modo congruo a tutti i temi sollevati ed ha annunciato un prossimo incontro tra le componenti. Il Commissario ha altresì preso impegno per portare a conclusione quanto definito per la Melandri. Si è tenuto altresì un positivo confronto circa le modalità ed i tempi per affrontare la discussione positiva ha riguardato il tema del format dei campionati di Lega Pro, dei ripescaggi e sulla introduzione o meno delle seconde squadre”.

Fonte: Calcio&Finanza

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.