GDS- Hamsik: dopo il danno la beffa

Lo slovacco rapinato dopo Napoli-Sampdoria. La sorella di Marek: "È la terza volta, che schifo"

Dopo il danno (pari con la Sampdoria con palo colpito nel finale di gara), la beffa. Per Marek Hamsik una giornata da dimenticare. Il centrocampista slovacco del Napoli, mentre si trovava a bordo della sua auto nei pressi della tangenziale dopo la partita del San Paolo, è stato avvicinato nel traffico da due malviventi in motorino.

L’AGGUATO — I due gli hanno rotto il finestrino e, minacciandolo con una pistola, gli hanno ordinato di consegnare l’orologio. Hamsik, che stava andando in aeroporto a prendere la moglie, ha consegnato l’oggetto e poi è andato a denunciare il fatto alla polizia. Non è la prima volta che Hamsik viene scippato dell’orologio. Già poco più di 4 anni fa al campione slovacco venne rubato il Rolex proprio nei pressi dello stadio. L’orologio era poi stato ritrovato e riconsegnato al proprietario.

IL RACCONTO — Il particolare della pistola l’ha raccontato proprio Hamsik agli agenti della Polizia stradale che sono intervenuti sul posto. Il centrocampista non ha riportato ferite; i rapinatori per fargli capire che erano armati, si sono limitati a urtare la mano del calciatore con la pistola. La rapina è stata messa a segno da tre persone che hanno agito con il viso coperto in via Cinthia. Il calciatore era a bordo di una Bmw X6 quando è stato rapinato: un colpo, secondo gli investigatori, studiato. Hamsik, in tuta del Napoli, di fronte alla minaccia della pistola ha immediatamente consegnato l’orologio. Poi, si è fermato presso una pattuglia della Polizia stradale ferma all’immissione della rampa direzione autostrada, che gli ha immediatamente prestato soccorso e lo ha accompagnato in aeroporto dove stava andando a prendere la moglie. Il calciatore ha detto di non essere in grado di riconoscere i rapinatori perchè la zona era buia. I tre, a bordo di uno scooter Sh di grossa cilindrata sono scappati verso Rione Traiano facendo perdere le tracce.

LA REAZIONE — “È la terza volta, che schifo”. Ecco il commento di Miska Hamsikova, sorella di Marek Hamsik e moglie di Gargano: si è sfogata su Twitter. I precedenti in famiglia sono quelli citati: la rapina alla moglie di Marek e quella subita dal calciatore stesso.

Fonte: Gazzetta.it

 

La Redazione

L.D.M.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.