Gianni Di Marzio: “Il modulo di Rafa non sarà un problema”

I tifosi non vedono l’ora di capire le intenzioni del nuovo allenatore. Indubbiamente Benitez avrà fatto un programma ben preciso nel momento in cui ha detto di sì a De Laurentiis. In Inghilterra era abituato alla  mentalità del manager, sicuramente non lascerà niente di intentato nel Napoli. Sarà stato molto concreto con la società. Lui cercherà di intervenire sul mercato britannico. Si confronterà con Bigon per capire quali potranno essere gli uomini giusti che dovranno restare. Arrivando dal settore giovanile del Real farà esordire anche qualche ragazzo di belle speranze. Sono convinto che i programmi sono stati fatti, poi se i calciatori arrivano o non arrivano non dipende da lui. Io punto sulle sue capacità di conoscenza per arrivare a dei rinforzi di qualità per cercare di annullare il gap con la Juventus che sta facendo delle buone cose sul mercato. Dal punto di vista tattico non si soffrirà. Sia in teoria che in pratica è più facile passare dalla linea a tre a quella quattro. Viceversa è più difficile. Diventa più un lavoraccio e più perforabile. Con la linea più  cospicua sono importanti i due laterali. Maggio e Zuniga sono due che vanno sempre, ora si devono alternare e coprire bene. I due che stanno davanti ai quattro devono essere tecnici. Entrambi devono essere di qualità, se si alza uno dei due, l’altro devono restare. Dei tre dietro la prima punta, gli esterni devono essere veloci, devono sapere superare l’avversario. Chi sta al centro deve saper dettare il gioco. Questo è in teoria il 4-2-3-1 di Benitez. Adesso, però, bisogna trovare i giocatori con queste caratteristiche. Uno dei tre a sinistra Insigne lo può fare, è chiaro che l’allenatore cercherà uno più esperto. Anche con Pandev stesso discorso. Cavani in questo schema qua mi sembra un pesce fuor d’acqua. Secondo me davanti alla difesa andrebbe bene Fernando del Gremio. È buono come rinforzo. Se è vero che hanno un’opzione, avendo ceduto Vargas, allora meglio prenderlo. Mi auguro che abbiano già stabilito il prezzo altrimenti diventa molto difficile acquistarlo ad una cifra intorno ai cinque sei milioni di euro. Secondo me  uno come Torres, se non soffrisse di depressione, andrebbe bene per lo schema di Benitez. Non è un  bacchettone, si muove bene. È l’ideale, anche per le ripartenze. Soprattutto quando si conquistano i palloni a centrocampo. Con i bestioni è un po’ più difficile. Le caratteristiche devono essere queste. Io ci vedrei bene anche Osvaldo o Higuain. Ho dubbi su Gomez e Dzeko con questo tipo di gioco. Ma non per questo dico che non sono bravi. Anzi, in un 4-4-2 potrebbe fare grandi cose.  Ho letto con insistenza di Cerci. Per me è un calciatore che può crescere ancora di più ma dovrebbe gestire un po’ il suo carattere.  Sento che i tifosi si lamentano perché Mazzarri vorrebbe portarsi all’Inter qualche elemento importante del Napoli. Ogni allenatore quando cambia tenta sempre di convincere gli ex allievi a seguirlo, sono quelli che gli danno più fiducia in campo e nello spogliatoio. Lui è un allenatore che ha bisogno di certezze. Oltre a Zuniga e  Behrami mi aspettavo che chiedesse anche Donadel. Quest’ultimo è un calciatore che ha voluto lui.

Fonte: Il Roma

La Redazione

M.V.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.