Gianni Di Marzio: “Rolando ha molta esperienza e farà meglio di Fernandez”

Gianni Di Marzio: “Rolando ha molta esperienza e farà meglio di Fernandez”

Rolando è un giocatore fisico, come lo sono tutti i difensori del Napoli. L’unico che ha caratteristiche diverse è Campagnaro. Il portoghese, comunque, nel gioco aereo si fa rispettare ma palla a terra può andare in  difficoltà visto che è alto un metro e novanta. Nell’uno contro uno soffre i calciatori rapidi. Con la sua  esperienza, però, può dare di più di Fernandez e Fideleff. È uno che ha vinto qualcosa, non ultimo l’Europa   League. Questa è la dimostrazione che il Napoli non fa investimenti solo con i giovani. L’unico problema è   che non gioca da tempo ed è sempre stato schierato a quattro. Come centrale di destra o di sinistra non ha  le stesse caratteristiche di Campagnaro e quindi nelle chiusure potrebbe  peccare. Se proprio si vuole trovare il pelo nell’uovo, con l’argentino che va via, serviva un marcatore esplosivo. Ma per giugno c’è tempo. Il Napoli sta insistendo per Nainggolan. Ma personalmente non lo vedo al fianco di Inler o Dzemaili. Si alza poco, non va mai al tiro. Fa qualche gol in allenamento. Le squadre vanno costruite con attenzione. Ci vorrebbe un uomo più qualitativo la in mezzo. È vero che a fare la differenza è il gruppo ma la qualità ce l’hanno in pochi. E mi riferisco ad Hamsik, Cavani, Pandev ed Insigne.  Il Napoli sta facendo grandi cose. I  campioni sono supportati da compagni di squadra che hanno capito dove si può arrivare. La Juventus sta facendo tutte queste bizze perché ha capito che gli azzurri fanno paura. Il Manchester United è diventato il miglior club del mondo perché andava a prendere ogni volta un campione. Per come concepisco il calcio dico che Nainggolan al Napoli non serve. Vicino a Pirlo potrebbe far bene ma nel Napoli no.  Il momento dei bianconeri non è dei migliori. Va detto che contro la Lazio c’era una Juve B. C’erano calciatori che hanno  giocato poco. Ma farei i complimenti ai capitolini che hanno disputato una buona partita. A prescindere da  tutto, ho sempre detto che il  Napoli è l’unica squadra che può competere con la Signora. È un campionato mediocre dove tutte le altre concorrenti hanno molti problemi. La Fiorentina mi aveva dato qualche illusione calcistica ma poi i viola non hanno avuto la forza di reagire. È mancato il carattere. La Lazio, grazie  a Petkovic, ha una certa continuità ma poi perde in casa con il Chievo. E per questo dico che ci sono solo Napoli e Juventus a contendersi il titolo. Gli azzurri hanno buttato tanti punti per strada. Se avessero avuto  una mentalità da big, a quest’ora si stava primi in classifica. Adesso si è acquisito una maggiore convinzione e autostima. E lo si è visto vincendo a Parma. Se lo scudetto non si vince adesso, in un momento dove  Milan, Inter e Roma si stanno ristrutturando, nei prossimi anni diventa tutto più difficile.   Il Catania gioca bene, gioca al calcio. C’è Lodi che è il Pirlo degli etnei. Ci sono argentini che sono forti. Si devono scegliere le marcature giuste, non escludo che si possa passare a quattro a gara in corso. Non credo che Mazzarri cambi inizialmente il modulo. A Coverciano se ti chiedono come si marca un attacco a tre bisogna rispondere con una linea a quattro. Tornando alla gara col Catania, dico che bisognerà fare molta  attenzione. Se viene utilizzato Grava, che non è mai stato impiegato, sicuramente Gomez lo costringerà a  stare molto largo. Stessa cosa dicasi per Gamberini a sinistra con Barrientos. Centralmente ci sarà Bergessio che proverà a trovare gli spazi giusti per segnare.

Fonte: Il Roma

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google