Gigi Buffon a Pescara regalò  a De Sanctis l’applauso della sua gente

Gigi Buffon a Pescara regalò a De Sanctis l’applauso della sua gente

Ultima partita del girone di qualificazione per gli Europei in Polonia e Ucraina. All’Adriatico di Pescara è in programma Italia-Irlanda del Nord, 10 ottobre 2011. Gli azzurri sono già aritmeticamente qualificati e sono già avanti 3-0. Buffon esce, viene richiamato in panchina da Prandelli e lascia spazio a De Sanctis. Un abbraccio e via, il portiere napoletano entra e gioca l’ultimo quarto d’ora. Soprattutto lui che è pescarese di nascita entra e si prende gli applausi della sua gente.
Un omaggio fatto da Gigi e ovviamente una scelta tecnica di Prandelli che ha voluto così regalare un quarto d’ora in una partita ufficiale a Morgan. Una serata bella per i colori azzurri: doppietta di Cassano e un’autogol su cross di Balzaretti. La grande festa di Pescara agli azzurri è anche per Morgan.
De Sanctis esordì in nazionale azzurra il 30 marzo 2005, a 28 anni, nella partita amichevole contro l’Islanda pareggiata (0-0) disputata a Padova. Nel 2006 il ct Marcello Lippi lo inserisce nella lista delle quattro riserve per i Mondiali in Germania qulli trionfali chiusi con il titolo di campioni del Mondo. Nella gestione di Donadoni diventa il terzo portiere alle spalle di Buffon e Amelia, e viene convocato per l’Europeo 2008. Fa parte della spedizione azzurra, chiusa ai quarti di finale contro la Spagna ai rigori. Viene confermato da Lippi che lo convoca, sempre come terzo portiere, per la Confederations Cup 2009 e per il Mondiale 2010. Dopo un anno di assenza, torna in Nazionale il 4 agosto 2011, quando riceve la prima convocazione della gestione di Prandelli nell’amichevole di Bari contro la Spagna.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google