Hamsik non va a segno dal 1 Ottobre, domenica vuole interrompere il digiuno

Il giustiziere della Juve vuole tornare a colpire. Marek Hamsik quando vede bianconero si scatena e allora domenica sera avrà l’occasione di interrompere il lungo digiuno (non segna da Inter-Napoli del 1 ottobre) e, soprattutto, mettere a tacere le critiche per il suo rendimento, sin qui non all’altezza della situazione.
Alla Juventus, Hamsik ha già segnato un poker di reti. Due al San Paolo, tra il 2009 ed il 2010, ed altrettante a Torino, nello storico 2-3 del 31 ottobre 2009. Con quella doppietta, lo slovacco entrò definitivamente nel cuore dei tifosi azzurri, gli stessi che adesso stentano a riconoscerne il talento. Poco brillante Anche a Monaco contro il Bayern, Marek è apparso abulico. Un solo lampo, sul finire del primo tempo, e poco altro. Una prestazione al di sotto delle aspettative, nonostante abbia “pedalato” per 12.1km (nessuno nel Napoli ha corso tanto). Mazzarri gli ha chiesto un sacrificio tattico cui lui si è prestato volentieri, ma sembra gli manchi la brillantezza. Di sicuro, non gli fa difetto l’ottimismo: «Ora siamo al terzo posto nel girone – dice Hamsik -, ma il destino è ancora nelle nostre mani. Se riusciamo a gestire al meglio le partite contro Manchester City e Villarreal possiamo qualificarci». Non sarà facile, però Marek ci tiene a far bella figura contro Roberto Mancini, che lo stima sin dai tempi del Brescia, mentre ha già segnato in questa Champions agli spagnoli. Con il Bayern, invece, sia all’andata che al ritorno, non ha inciso. «Mercoledì, abbiamo iniziato bene mettendo i tedeschi in difficoltà. Poi, però, dopo il primo gol, abbiamo subito la loro costante iniziativa. E’ stato importante ridurre lo svantaggio sul finire del primo tempo, ma non siamo riusciti a pareggiare. Peccato ». Così, la partita di domenica contro la Juve diventa ancor più importante. Il Napoli ci arriva dopo due sconfitte consecutive e con la necessità di accorciare le distanze dalla capolista. Riscatto Mazzarri punterà ancora su Hamsik, cui probabilmente toccherà il compito di limitare il raggio d’azione di Pirlo per poi provare i suoi caratteristici inserimenti. Quelli che sono mancati nell’ultimo periodo: «Non credo Marek stia giocando male – afferma a Kiss Kiss Napoli il suo agente, Mino Raiola -. Lui si mette sempre a disposizione della squadra e fa in modo che gli altri possano rendere di più. Se è felice di stare a Napoli? Assolutamente sì, altrimenti non sarebbe rimasto». Stavolta, i tifosi azzurri si augurano che Raiola abbia detto la verità. Hamsik, infatti, sembra non essersi ancora ripreso dopo essere stato sedotto e abbandonato (per volontà di De Laurentiis, che non ha voluto cederlo) dal Milan. Domenica, però, arriva la Juve e Marek vuol fare cinquina.

La Redazione
C.T.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.