I 28 giorni che hanno stravolto il progetto-Napoli. Da Bilbao al pari col Palermo, una crisi che è soprattutto mentale

Ventotto giorni, dai tre gol dell’Athletic Bilbao ai tre del Palermo.Un viaggio nel buio,cominciato il 26 agosto.Il Napoli non sa come uscire dal tunnel in cui s’è infilato quella notte al San Mames,quando venne disintegrato dai baschi ed escluso dal girone di Champions League. Ventotto giorni di sofferenza,e di risultati negativi.Nelle successive cinque partite due vittorie, quella in campionato sul Genoa a Marassi (all’ultimo respiro il gol di De Guzman)e quella in Europa League sullo Sparta Praga, che pure era andato in vantaggio a Fuorigrotta. È una crisi non soltanto tecnica, ma anche psicologica, perché la squadra non riesce ad andare oltre i suoi imbarazzi e le sue tensioni.Ed è una crisi ambientale,perché per la prima volta il Napoli di De Laurentiis fa i conti con il calo di spettatori al San Paolo:mai così pochi in Europa League e in campionato,i tifosi hanno voltato – per ora – le spalle, e in alcuni casi gli striscioni, alla squadra che non vince. E non emoziona.

Fonte: Il Mattino

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.