I giovani della Primavera affidati al tecnico Saurini

Sarà lui a condurre la squadra degli azzurrini nel ritiro di Pejo al via da domani

La scelta è stata fatta. Giampaolo Saurini, ex allenatore della Primavera del Brescia, è il nuovo tecnico della Primavera del Napoli. Sarà lui ad accompagnare la squadra nel ritiro di Pejo, a pochi passi da Dimaro, che inizia domani, dopo le prime giornate di raduno effettuate da Gianni Mazzella sui campi di Castelvolturno.
Una scelta, quella di Saurini, fatta pochi giorni dopo l’addio di Dodo Sormani, approdato al Watford di Gianfranco Zola, come allenatore in seconda. Vuoto colmato con un tecnico che si è avvicinato alla cantera partenopea già nella scorsa stagione, per il link che da anni lo lega a Micheli e Mantovani, gli uomini dello scouting azzurro. Un rapporto nato a Brescia, dove Saurini ha iniziato a fare il tecnico, dopo una buona carriera di attaccante.
Sessantasei gol tra i professionisti, spalmati tra gli anni ’80 e ’90 tra Cagliari, Lazio, Atalanta e proprio Brescia. Con il club del presidente Corioni è iniziata la vita da allenatore, che, dal 2008, con il Brescia Primavera si è tradotto in tanti calciatori approdati in prima squadra ed una metodologia di lavoro studiata a tavolino con gli stessi dirigenti che oggi vanno in giro per il mondo a scoprire i nuovi talenti da forgiare a casa-Napoli.
Ora, il salto al Sud. Saurini è assolutamente entusiasta di questa nuova avventura, che gli consente di avvicinarsi anche verso casa (è nativo di Colleferro, a pochi passi da Roma), chiamato, come è, a concretizzare un percorso iniziato diversi anni fa.
Nelle scorse stagioni, la Primavera ha giocato costantemente sotto-età, un fattore penalizzante sul piano dei risultati, ma che ha consentito di far emergere i talenti più puri delle juniores.
Lorenzo Insigne è l’esempio più evidente di questa gestione: nell’annata che consentiva di schierare i calciatori classe ’89 e ’90 in campo, il Napoli scommise su questo ragazzino del ’91, con i frutti che si vedono a Dimaro in queste ore. Il fulcro di questa Primavera sarà formato dalla nidiata dei ’94, quelli che si stanno vedendo e distinguendo proprio nel ritiro in Val di Sole di questi giorni: Crispino tra i pali, Celiento in difesa, Fornito e Novothny in attacco. A questi vanno aggiunti i terzini Allegra e Nicolao, il mediano Giuseppe Palma ed anche l’altro Insigne, Roberto, che, però, potrebbe andare via in prestito.
Ci sono poi i migliori classe ’95 e ’96 già aggregati, come Tutino, Palmiero e Gaetano che verranno lanciati per mettere esperienza nei muscoli, dopo aver ben figurato con Berretti ed Allievi Nazionali.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.