Il diplomatico con il cuore al Vomero: “Un traino per il turismo”

Sergio Maffettone responsabile stampa dell’ambasciata: "La Champions ha dato nuova visibilità agli azzurri"

Napoletano del Vomero, laureato in legge alla «Federico II», da un anno e mezzo all’ambasciata italiana a Pechino. Sergio Maffettone, 38 anni, è responsabile stampa e comunicazione all’Ambasciata d’Italia presso la Repubblica Popolare Cinese e la Mongolia. «Siamo contenti che l’evento si svolga a Pechino per rafforzare le relazioni culturali e sportive tra Italia e Cina. La Lega Calcio ha creduto all’inziativa, con il sostegno della Farnesina e dell’Ambasciata a Pechino. La Supercoppa è un’occasione per far conoscere meglio le due squadre e le due città. L’evento può fungere da traino per portare più turisti cinesi a Napoli, approfittando del boom di visti rilasciati nel 2011 per i cittadini cinesi, grazie all’opera di razionalizzazione compiuta dall’Ambasciatore Iannucci».
Quanto è famoso il Napoli in Cina?
«Le partite di Champions League sono state un’ottima vetrina. Ora non si associa più il Napoli solo all’immagine di Maradona ma ad un gruppo nuovo e competitivo in cui spiccano Cavani e Hamsik. La professionalità, tenacia e passione del presidente De Laurentiis ha riportato in pochi anni il Napoli alla ribalta».
E a Pechino quanti sono i napoletani che seguono la squadra?
«I napoletani che vivono a Pechino sono impegnati in vari settori, dalla ristorazione al terziario in genere e fanno parte della comunità di circa duemila italiani qui residenti. Tutti quanti tifano per il Napoli, il punto di ritrovo è rappresentato dalle pizzerie napoletane della città».
I rapporti tra Pechino e Napoli, come si può incrementare il dialogo?
«Alla base c’è una mentalità simile, cinesi e napoletani sono abituati stringere i denti. La presenza di nuovi gruppi di imprenditori cinesi a Napoli potrebbe essere un volano per quelli napoletani che volessero espandersi in Cina. Il settore agroalimentare è attivo, a Pechino arrivano e si consumano prodotti italiani e quelli napoletani, il tessile e il calzaturiero potrebbero fare grandi passi avanti».

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.