Il Matador: «Difficile e anche doloroso vivere lontano dai miei figli»

Il campione: penso a essere vicino a Bautista e Lucas il più possibile

Il campione parla della  sua vita privata:

«È molto difficile vivere dai miei figli e ogni volta allontanarmi da loro è ancora più complicato»: è un Cavani più intimo quello che quasi si confessa in un’intervista a ovaciondigital. E che rivendica con forza l’affetto per Bautista e Lucas, 2 anni uno, pochi mesi l’altro. «Io penso solo a stare vicino ai miei figli il più possibile – dice il Matador – e dargli tutto il mio amore affinché possano crescere felici». 
È capace di sorprendere, Edinson, con una semplicità a tratti sconvolgente. Prendendo le distanze dal chiassoso e caotico mondo milionario del calcio. «Nel calcio si parla tanto di cifre – dice Edi – ma non sto a pensare a quanti dicono che valgono solo i miei piedi, io so bene quali sono le cose che valgono nella mia vita. Non mi lascio trascinare dal calcio, vivo di cose semplici, cose normali». E tra le cose importanti della sua vita, al centro ci sono proprio i figli: «È molto difficile vivere lontano da loro – dice con la voce rotta dall’emozione – e ogni volta allontanarmi da loro è ancora più complicato. Nella vita bisogna essere convinti delle decisioni che si prendono. Sulla mia vita privata sono intervenuti tanti che non hanno alcuna ragione per parlare. Io vado avanti nelle mie decisioni e penso soltanto a stare vicino ai miei figli il più possibile e tentare di dargli tutto il mio amore affinché possano crescere felici».
Cavani riesce a sorprendere anche quando parla della possibilità di andare con una delegazione uruguaiana ad incontrare Papa Francesco. «Non sono un cattolico – sottolinea Cavani – ma sono cristiano e poteva essere un’esperienza molto bella. Ma c’è la partita delle eliminatorie del mondiale molto importante», conclude senza contraddire il ct Tabarez che aveva negato il permesso all’attaccante di andare a Roma. Proprio parlando della prossima partita della sua Nazionale con il Venezuela, con il modulo che prevede di giocare accanto a Suarez, Cavani torna a parlare dell’azzurro: «A me piace giocare più libero – spiega – come faccio sempre con il Napoli».

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.