Il Mattino – Colpo Nocerina, lezione al Livorno di Novellino

 Questa è la Nocerina di Auteri. Al di là della vittoria, è la stessa Nocerina che aveva deliziato i propri tifosi nella scorsa stagione: gioca al calcio, sa quando deve compattarsi per arginare il momento di difficoltà ma è subito pronta a manovrare, palla a terra, per liberare l’uomo davanti al portiere avversario e cinicamente colpire. Certo in serie B, avendo conservato l’organico della passata stagione con solo un paio di varianti, non sarà facile ripetersi. Ma Auteri e tutto l’ambiente rossonero ci credono: anche tra i cadetti si vuole fare bella figura.
Al «Picchi» prima vittoria in serie B per la formazione rossonera, magra figuraccia per Novellino e il suo Livorno. Non parliamo di lezione di calcio perchè sarebbe eccessivo e presuntuoso, ma diamo atto ad Auteri e al suo gruppo di aver giocato un calcio concreto, piacevole e redditizio. Dopo il pari con il Brescia l’allenatore dei campani lo aveva detto: «La mia Nocerina sta progredendo». In molti avevano storto il naso, per quello che si è visto a Livorno il tecnico siciliano aveva visto bene. La prossima sfida con l’Ascoli al San Francesco potrà già dare un’indicazione ben precisa. Per il momento la Nocerina fa bene a godersi questi tre punti meritati e che le garantiscono anche un po’di tranquillità.
La chiave della partita è tutta nelle sostituzioni avvenute nella ripresa e quasi contemporaneamente. Novellino aveva già tolto uno spento Bigazzi per far posto a Belingheri in modo da dare maggiore incisività alla fase offensiva. Intorno al quarto d’ora, Auteri nota la sua squadra in lieve calo fisico, richiama a distanza di un minuto Negro e Bruno, manda in campo Catania e Marsili. E la Nocerina trova subito il gol: Catania segue il taglio di Farias, lo serve al millimetro, il diagonale del brasiliano non perdona. Novellino, allora toglie la «luce» al proprio centrocampo: fuori inspiegabilmente Barone, dentro Siligardi. Luci e Genevier non riescono più a collegarsi con i 4 compagni che giostrano davanti a loro. Paulinho, in particolare, è abbandonato a se stesso, Dionisi continua a vagare senza capire che nel calcio di oggi anche l’attaccante deve sacrificarsi, Belingheri e Siligardi sono quasi inutili. Per la Nocerina è così un gioco gestire il risultato e portare a casa la vittoria. A differenza del primo tempo, Gori non deve fare l’eroe, De Liguori recupera una valanga di palloni riavviando l’azione e Nigro, l’ultimo entrato, si piazza quasi in linea con i difensori e non lascia più spazi lungo la corsia di destra. Allo scadere dei tre minuti di recupero, Castaldo piazza la ciliegina sulla torta con un vincente diagonale a volo di destro capace di strappare gli applausi anche ai delusi tifosi livornesi. Prima che la partita si sbloccasse, si era visto poco. Poi il Livorno recrimina per un rigore non concesso su Paulinho per un fallo da ultimo uomo di Negro. Gori ingaggia un duello con il brasiliano negandogli per tre volte il gol. E il Livorno colpisce anche la traversa con Perticone. Farias e Castaldo creano l’unica azione pericolosa dei rossoneri ma, le rispettive conclusioni, trovano la schiena dei difensori avversari. Indubbiamente, l’innesto di Farias dall’inizio ha dato maggiore incisività alla manovra. Auteri ha voluto rischiare Bruno, reduce da un infortunio. Per un’ora il regista rossonero ha retto bene. A non convincere sono stati, ancora una volta i due esterni di centrocampo, Scalise e Bolzan. Ma Auteri metterà in forma anche loro.

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.