Il Mattino – Il ritorno di Milik: serviva il suo spirito di sacrificio

"In questo momento della stagione il Napoli ha bisogno di potersi appoggiare sul gigantone polacco dai piedi raffinati"

Gli indizi di Reggio Emilia erano stati molto incoraggianti. Il gol del San Paolo è la prova del nove. Anzi, la prova del 99. Arek Milik è tornato, e al centro dell’attacco del Napoli serviva eccome uno con le sue caratteristiche.

L’edizione odierna de Il Mattino dedica spazio al polacco, che “ha spalle larghe e capaci di caricarsi il peso di una squadra in difficoltà, in affanno e sopratutto impaurita. Una squadra che mai come in questo momento della stagione ha bisogno di potersi appoggiare sul gigantone polacco dai piedi raffinati. Sì, perché Milik non è solo il classico palo della luce che si piazza lì davanti e aspetta che il pallone si materializzi comodo comodo dalle sue parti per spingerlo dentro. Arek è un ragazzo generoso che il gioco non sa solo finalizzarlo, ma lo costruisce pure. Lo fa con dedizione, spirito di sacrifico e grande senso tattico: caratteristiche che diventano preziose per una squadra che in questo momento ha bisogno di alternative nuove in avanti visto che tutta la serie A conosce a memoria tagli, movimenti e triangoli palla a terra dei tre piccoletti”.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.