Il Mattino – Napoli che sprint show di Maggio affonda il Palermo

Hamsik apre la goleada, ma poi si infortuna

 Riecco il Napoli che piace alla gente: tre gol e tante altre giocate spettacolari. I primi sprazzi del nuovo Napoli, o meglio del vecchio Napoli nell’aperitivo di campionato contro il Palermo. Si rivedono soprattutto i volti noti. Hamsik segna ancora al San Paolo come nei due precedenti test internazionali con Penarol e Siviglia (poi però esce per infortunio), Maggio realizza una doppietta, bella notizia anche per Prandelli in vista del doppio impegno dell’Italia nel cammino verso gli Europei. Complice l’infortunio di Britos (al suo posto Aronica in difesa) sono nove gli azzurri dell’anno scorso nella formazione iniziale, cambia solo la diga centrale di centrocampo, quella svizzera composta da Inler e Dzemaili.
Il «leone» stavolta si piazza più basso per dare una mano alla difesa a tre, Dzemaili invece si lancia maggiormente negli spazi in profondità. Si riaccendono le stelle azzurre, su alti livelli Hamsik: gran gol, assist per il raddoppio di Maggio prima dell’uscita per infortunio (al suo posto Santana). Cavani riprende confidenza e accelera il suo processo di reinserimento in squadra, dopo il rientro da vincitore della coppa America con l’Uruguay: il Matador prova a bombardare Benussi da tutte le posizioni e va anche a recuperare palloni fino in difesa per far poi ripartire l’azione. Lavezzi, anche se ancora senza il pieno di benzina, fa rivedere le sue discese travolgenti che infiammano il San Paolo: i difensori del Palermo per fermarlo sono spesso costretti a ricorrere al fallo. E volano le due frecce azzurre ad alta velocità sulle fasce, Maggio (anche in versione goleador) e Dossena, imprendibili: sono loro l’arma letale nel gioco di Mazzarri, soprattutto quando vengono innescati dai compagni con i cambi di gioco veloci.
Quello solito il blocco difensivo con Campagnaro, Cannavaro e Aronica a formare la linea a tre davanti a De Sanctis. Il Palermo di Pioli, tecnico che l’anno scorso sgambettò due volte il Napoli alla guida del Chievo, prova a far girare veloce la palla a un tocco, però mostra amnesie difensive e non ha grande incisività in attacco con Zahavi alle spalle di Ilicic e Hernandez, una manovra nel complesso piuttosto sterile. Nel primo tempo due lampi azzurri, accecanti, nella notte della festa di presentazione al San Paolo. Due gol di due dei grandi protagonisti della splendida cavalcata verso la Champions, due che hanno fatto la storia del Napoli degli ultimi anni, Hamsik e Maggio. Due reti bellissime. Lo slovacco segna dalla sua «mattonella» preferita alla prima vera azione pericolosa della Mazzarri band. Minuto 19, cross al bacio di Dossena, Hamsik poco fuori l’area di rigore controlla di destro e con il sinistro infila il pallone sul palo lungo. Al 30′ cross di Hamsik e Maggio, che aveva avviato l’azione, s’inventa una gran rovesciata nel cuore dell’area di rigore e raddoppia. Il Palermo accorcia con Migliaccio (43′ pt), il napoletano che non esulta dopo il gol: colpo di testa imparabile da calcio d’angolo.
Nella ripresa il Napoli riparte con Zuniga e Donadel (fuori Dossena e Dzemali), il Palermo con il secondo portiere Brichetto (fuori per infortunio Benussi) e con Miccoli. Lavezzi riparte forte: al 10′ impegna Brichetto in una parata non semplice, poi dopo una discesa travolgente viene frenato sul più bello dall’uscita del portiere. Altri cambi, esce anche il Pocho. Poi si riaccende Maggio, lanciato in ripartenza, avanza con il pallone incollato sul destro e batte Brichetto sul suo palo, tiro forte e preciso, finisce dentro nonostante la deviazione del portiere rosanero: il gol del 3-1. Poi si accende una mischia, per un attimo si teme di rivevere la brutta scena contro il Siviglia, ma tutto rientra rapidamente. Questa con il Palermo è solo una serata di festa.

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.