Il Mattino: “Napoli-Milan, caro prezzi. Curve a 40 euro, i tifosi si ribellano”

Una novità assoluta (e sgradita) per i tifosi: mai nella storia del club il costo era schizzato così in alto

Curve a quaranta euro per il debutto casalingo del Napoli in campionato. Tanto costeranno i tagliandi dei due settori più popolari per il match-clou del San Paolo alla seconda giornata. Una novità assoluta (e sgradita) per i tifosi: mai nella storia del club il costo era schizzato così in alto. Il record (chiamiamolo così) apparteneva a Napoli-Chelsea, ottavi di Champions, storia di quattro anni fa ma allora il botteghino segnava 30 euro per una curva. Il San Paolo diventa così l’impianto più caro d’Italia insieme allo Juventus Stadium, dove più o meno vengono praticati gli stessi prezzi ma con sostanziali differenze: non c’è corsa a livello di comfort tra i due stadi e forse nemmeno a livello di squadre. Così come non sono paragonabili i tessuti economici delle due città. Cosa ha spinto allora De Laurentiis a prendere una decisione così drastica? Forse l’assoluto menefreghismo della tifoseria di fronte a una campagna abbonamenti che non è mai decollata? La replica a quei settori dello stadio dove è forte la contestazione nei suoi confronti? Una cosa è certa, da tempo e invano i collaboratori del presidente avevano consigliato una politica dei prezzi più soft, più o meno in linea con quelli della passata stagione e delle altre società: la Roma è stata contestata dai propri fans per lo stesso motivo, eppure un tagliando di curva a partire da quest’anno costa 25 euro. A San Siro non si va oltre i 30 euro per Milan-Torino, 28 se ne pagano per Chievo-Inter. Avranno comunque libero accesso, cioè assisteranno gratis a Napoli-Milan, quelli che avevano acquistato il biglietto per le sfide amichevoli contro Nizza e Monaco. Ma resta spiazzata, sorpresa, incavolata la popolazione del San Paolo. L’arrabbiatura e l’ironia l’hanno fatta da padrona sui social: «Manco giocassimo a Wembley o all’Emirates stadium» oppure «Nemmeno per vedere il Barcellona o il Real Madrid si paga tanto» sono stati i commenti più teneri. «Una mossa che ci coglie di sorpresa – sostiene Ciro Marchitelli, numero uno dell’Associazione club azzurri Napoli – De Laurentiis deve capire che Napoli non è Torino e che, purtroppo, il San Paolo non è lo Juventus stadium. 50 euro per i distinti ci possono stare ma 40 per una curva è un’esagerazione. Come spiegarlo a quei ragazzi che rompono il salvadanaio perché possono permettersi soltanto quel settore? Con questa politica rischiamo di ritrovarci un San Paolo semivuoto, con conseguente vantaggio per i nostri avversari».

Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.