Il Mattino – Nocerina, a Bari scatta l’emergenza difesa

 Verso Bari con l’enigma in difesa: come schierare il reparto arretrato? Domanda lecita dal momento della conta dei presenti durante la ripresa di ieri: non c’erano, come annunciato, Pomante e De Franco, entrambi usciti malconci dalla partita con l’Ascoli. Il primo ha subito un forte trauma al calcagno, il secondo un piccolo stiramento al nervo sciatico: a Bari non ci saranno.
Come rimediare? Due le ipotesi accreditate. La prima riconduce al mantenimento della difesa a tre con l’inserimento di Filosa. La seconda apre le porte allo schieramento a quattro con Del Prete e Bolzan esterni e il tandem centrale Nigro-Di Maio. In quest’ultimo caso la Nocerina potrebbe essere schierata dal tecnico secondo un 4-3-3 con Marsili, il recuperato Bruno e De Liguori in mediana.
Ad ogni modo, certamente toccherà all’esperto Alessandro Nigro comandare il reparto arretrato. Il jolly difensivo è pronto a tornare protagonista:

«Fortunatamente siamo in tanti in difesa, per me è un motivo d’orgoglio essere considerato dal tecnico come un jolly importante che può dare una mano in diverse zone. A Bari troveremo un ambiente ostico, la squadra è reduce da due sconfitte e vorrà tornare a fare punti».

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.