Il Mattino: “Reina che combini? E’ già la seconda papera”

Il Mattino: “Reina che combini? E’ già la seconda papera”

Poteva fare decisamente di più, doveva fare decisamente di più. Il tracciante di Verdi da trenta metri è fortissimo, ma è uno di quei tiri che può prendersi perchè centrale: Reina prova la parata ma non riesce ad alzare il pallone sulla traversa, forse vede partirlo un po’ in ritardo. Il secondo errore stagionale del portiere spagnolo dopo quello contro il Milan, sul primo gol di Niang quando si è tuffato in ritardo. La delusione è evidente da parte di uno dei leader della squadra, anche a fine partita mentre festeggia la vittoria con gli altri azzurri. La stagione non è cominciata benissimo per l’infortunio muscolare che l’ha messo ko a Dimaro: assenza di quasi un mese e rientro solo a Berlino per l’amichevole poco prima di Ferragosto contro l’Hertha. Ora già due incertezze in campionato che si sommano a quelle della passata stagione: il gol di Verdi per certi versi è apparso simile a quello di Zaza allo Juventus Stadium e alle reti di Rincon del Genoa e di Rigoni del Chievo al San Paolo.

Una bandiera azzurra, il suo contratto scade nel 2018, non si è ancora messo a punto l’argomento rinnovo e si affronterà più avanti. Adesso quello che conta è il presente: il campionato, la Champions e la sua voglia di arrivare il più in alto possibile in tutte e due le competizioni, in attesa poi che parta anche la coppa Italia. Pepe si è goduto a inizio mese il ritorno nella nazionale spagnola, per certi versi forse inatteso dopo la mancata convocazione agli Europei. C’è tutto il tempo per togliersi soddisfazioni, a Reina l’esperienza di certo non manca, 34 anni: al terzo anno a Napoli, esperienza intervallata dalla parentesi al Bayern Monaco. In precedenza gli anni con il Liverpool e quelli spagnoli con Villarreal e Barcellona.

Il Mattino


La redazione di IamNaples.it

Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google