Il Mattino – Rinnovo, panchina e Nazionale: Insigne non è più intoccabile

Il Mattino – Rinnovo, panchina e Nazionale: Insigne non è più intoccabile

I tormenti di fine agosto di Lorenzo Insigne. Nel Napoli ha dovuto lasciare strada a Mertens, Ventura non lo ha chiamato nella nuova Italia, resta il nodo del contratto che il club azzurro non gli ha ancora rinnovato. Una stagione cominciata tra mille difficoltà, dopo aver chiuso alla grande quella scorsa con la Champions League conquistata con il Napoli e i quarti di finale raggiunti con l’Italia agli Europei in Francia. Ma si sa: il calcio come la vita è una ruota e tutto cambia in un attimo. L’Italia è lì e Ventura lo ha già rassicurato con una telefonata. Se ne potrebbe riparlare più avanti, già ad ottobre quando saranno in programma altre due partite dell’Italia di qualificazione ai Mondiali 2018 contro Spagna e Macedonia. Dipenderà solo e soltanto dalla sua condizione, in questo momento non al top. Certo il 3-5-2 non lo aiuta, è lo stesso modulo però che adottava Conte e nel quale alla fine riuscì comunque a trovare spazio. Lorenzo attende un segnale dalla società, vuole sentirsi al centro del progetto Napoli e auspica un contratto più lungo e più importante. Le parti si potrebbero rivedere a settembre, a fine mercato, dopo i primi contatti a Dimaro tra i suoi agenti e il presidente De Laurentiis. Insigne ha un contratto in scadenza nel 2019 firmato nel 2013 e il suo ingaggio attuale ha una base di 1.8 milioni a stagione. Si parlerà di cifre (più o meno il doppio) ma soprattutto di centralità del napoletano nel progetto visto che il club azzurro vuole farne un uomo bandiera come Totti nella Roma. Per il Napoli è incedibile.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google