Il Napoli di Ancelotti a Dimaro riparte dai giovani: ben 5 azzurri sono legati all’almanacco della Giovane Italia

Il Napoli di Ancelotti a Dimaro riparte dai giovani: ben 5 azzurri sono legati all’almanacco della Giovane Italia

E’ tempo di raduni e ritiri, sta per iniziare la stagione 2018-19. Il Napoli lo farà domani alle 8:30 all’Hotel Vesuvio sul lungomare poichè al centro sportivo di Castel Volturno sono in corso i lavori di potenziamento. Nel gruppo dei convocati di mister Ancelotti c’è anche spazio per la Giovane Italia. Sono ben quattro i ragazzi inseriti nell’almanacco 2017-18 che vivranno la straordinaria esperienza di allenarsi nell’organico della squadra vicecampione d’Italia, guidati da uno dei tecnici più vincenti al mondo. Sulle fasce il restyling del Napoli non è ancora definito, in attesa di Lainer o di eventuali altri rinforzi, c’è il solo Hysaj sulla destra. Ancelotti ha pescato dalla Primavera con Francesco Mezzoni, esterno destro classe ‘2000 che il Napoli ha prelevato dal Carpi la scorsa estate. In Primavera Mezzoni è stato utilizzato soprattutto come esterno alto ma tira fuori in maniera ancora più brillante le sue capacità nell’accelerazione quando ha la possibilità di percorrere tutta la fascia, quindi, nel ruolo di terzino può sicuramente valorizzare la sua capacità di corsa lavorando sugli aspetti tecnici e tattici da migliorare. A sinistra Ghoulam dovrà svolgere un percorso di riabilitazione dopo aver rimosso il mezzo di sintesi alla rotula e Mario Rui è in vacanza dopo i Mondiali, Ancelotti s’affida al classe ’98 Luigi D’Ignazio che ha vissuto l’intera trafila nel settore giovanile del Napoli, dopo essere arrivato dalla Mariano Keller. Nella scorsa stagione è stato al Gavorrano e al Cuneo prima di rientrare a gennaio in Primavera. Oltre D’Ignazio, Ancelotti valuta d’adattare sulla sinistra il difensore centrale classe ‘2000 Senese, che ha nel suo curriculum anche una convocazione in Europa League contro il Lipsia. Senese è arrivato al Napoli nell’estate del 2014 dalla scuola calcio Real Casarea e ha vissuto la trafila dall’Under 15 alla Primavera, in cui nella scorsa stagione ha totalizzato 32 presenze stagionali di cui 8 da terzino sinistro. Senza Zielinski, Milik e Mertens a causa dei Mondiali, Ancelotti ha aggiunto alla sua batteria di uomini d’attacco anche il ragazzo più talentuoso della Primavera del Napoli, Gianluca Gaetano (classe ‘2000), un profilo duttile impiegabile in più posizioni del reparto offensivo. Il progetto tecnico del Napoli vorrebbe indirizzarlo verso il ruolo di mezzala ma nel vivaio azzurro ha giocato in più ruoli: trequartista, attaccante centrale o esterno offensivo. Nella scorsa stagione Gaetano ha realizzato diciassette gol stagionali, rivelandosi il principale trascinatore verso la salvezza in Primavera 1 ottenuta all’ultima giornata. E’ uno dei punti forti della Giovane Italia, non è cresciuto nel vivaio del Napoli ma in quello dell’Udinese, parliamo di Alex Meret, altro talento dell’almanacco “La Giovane Italia” 2017-18 che ha conquistato la porta del Napoli ed è uno dei più attesi nel ritiro di Dimaro, visto l’investimento di 25 milioni di euro compiuto dal club di De Laurentiis. La squadra Lgi a Dimaro ha ancora un altro innesto, un ex del nostro almanacco. Si tratta del difensore centrale di piede mancino classe ’96 Sebastiano Luperto che nell’estate del 2013 il Napoli acquistò dal Lecce. Nel corso del calciomercato Luperto dovrebbe tornare ad Empoli in prestito ma nel frattempo sarà a disposizione di Ancelotti che potrebbe anche adattarlo nel ruolo di terzino sinistro.

fonte: Ciro Troise per La Giovane Italia

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google