Il punto sulla serie A: “Juve ancora prima, canta Napoli”

PIU’ 3,MENO 4– Trascorre l’ennesima giornata con la Juve che vede invariato il suo vantaggio sul Milan. La ‘Vecchia Signora’ soffre oltremodo contro un Cesena più che attento, abile a chiudere la prima frazione sullo 0-0. Le mosse di Conte sono però più che azzeccate e l’innesto di Borriello vale tre punti dal sapore di tricolore. L’ex milanista trova la prima gioia in bianconero nel momento più importante sfruttando una ribattuta in aria e freddando Antonioli con un mancino preciso. Chissà cosa avranno pensato i tanti milanisti accorsi a San Siro. Eh si, perché mentre la Juve si portava a +5, il Milan, dopo un primo tempo senza neanche un tiro in porta, pareggiava contro un Genoa bistrattato(clamoroso rigore non concesso a Kucka per mani di Nesta). Allegri ha però modo di sorridere in extremis. L’espulsione di Jankovic per doppio giallo (ingenuità assurda sulla seconda sanzione) permette al ‘diavolo’ di sfruttare gli spazi e centrare il vantaggio con Boateng. Milano è ancora viva, ma lo scudetto è sempre più vicino a Torino.

CANTA NAPOLI – La vittoria contro il Novara aveva riportato serenità, quella con il Lecce tanta,infinita fiducia. I passi falsi di Lazio ed Udinese sono vera manna dal cielo per il Napoli, che supera a pieni voti l’esame Lecce e torna con convinzione a sognare il terzo posto. Gli azzurri ritrovano gioco e determinazione uscendo corsari dal Via Del Mare. Vantaggio immediato per la banda Mazzarri con una spettacolare conclusione di contro-balzo griffata Hamsik su ottimo suggerimento di Inler. Il Lecce ringhia, cerca di rimettere in piedi la gara, ma il Napoli è tanta roba. I giochi si chiudono in apertura di ripresa con la centesima marcatura italiana di Cavani che fissa il risultato sul definitivo 0-2 e porta gli azzurri ad un punto dalla Lazio. Le ‘aquile’ non riescono a volare in quel di Novara. Decide manco a dirlo l’ex partenopeo Mascara con una deliziosa punizione allo scadere dopo il botta e risposta tra Diakite(autogol) e Candreva. Meno scontata, ma è sorpresa anche ad Udine. I friulani partono alla grande trovando il vantaggio dopo un’azione da stropicciarsi gli occhi: rabona di Di Natale, appoggio di petto da Armero per la bordata all’incrocio di Danilo che fa secco il povero Julio Cesar. Alla luce segue un black- out improvviso degli uomini di Guidolin,che cadono sotto i colpi di Sneijder(doppietta) ed Alvarez facendosi raggiungere proprio dalla squadra di Stramaccioni a quota 52 punti.

LOCURA GIALLO-ROSSA – Saranno forse i fantasmi di Torino a pesare per Totti e compagni, ma l’ennesima battuta d’arresto della Roma inizia a far vacillare il tanto decantato progetto Luis Enrique. La Fiorentina raccoglie con merito quanto seminato da Jovetic e Lazzari, rendendo vano il momentaneo pareggio del ‘pupone’. Fosse solo il risultato, ma quanto più lascia pensare è la prova opaca e priva di verve per i romani che nel finale devono incassare l’espulsione del polemico Osvaldo e l’inviperita contestazione dei propri supporters. Unica nota lieta per il tecnico Enrique è  la sconfitta del Catania. Gli etnei vengono letteralmente schiantati dall’apolide Cagliari. Pare faccia bene l’aria di Trieste gli uomini di Ficcadenti, che ritrovano la vittoria grazie ai gol di Ribeiro,Pinilla ed Ibarbo. Importante vittoria anche per il Parma, che vince in rimonta a Palermo turbando i sogni del vulcanico Zamparini. L’illusorio vantaggio di Hernandez è reso vano da una ripresa ducale esemplare che ha in Giovinco il vero protagonista: la formica atomica prende per mano i suoi propiziando i gol di Okaka e Biabiany per una salvezza ormai sicura. Serena anche la posizione dell’Atalanta che si liquida il Chievo con un gol del piccolo Moralez. Si dividono un punto Siena e Bologna. I gol di Destro e Diamanti suggellano una partita senza grandi ansie grazie alle sconfitte delle ultime della classe.

I risultati della 33° giornata di Serie A

Atalanta-ChievoVerona 1-0

Cagliari-Catania 3-0

Cesena-Juventus 0-1

Lecce-Napoli 0-2

Milan-Genoa 1-0

Novara-Lazio 2-1

Palermo-Parma 1-2

Roma-Fiorentina 1-2

Siena-Bologna 1-1

Udinese-Inter 1-3

Il prossimo turno della Serie A (35° giornata, 28 e 29 aprile)
Atalanta-Fiorentina
Bologna-Genoa
Cagliari-ChievoVerona
Inter-Cesena
Lecce-Parma
Novara-Juventus
Palermo-Catania
Roma-Napoli
Siena-Milan
Udinese-Lazio

 

a cura di Francesco Pugliese

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.