Il sito di Inler: “Ucraina amara, pesante sconfitta e azzurri al terzo posto nel girone”

Poche parole spese dal portale ufficiale del centrocampista elvetico del Napoli che commentano la brutta gara europea degli azzurri, in traduzione dal tedesco per IamNaples.it:

Il Napoli soccombe per 3-1 contro il Dnipro alla presenza di 15mila spettatori e scala al terzo posto nella classifica del girone F.  Gökhan Inler è partito dalla panchina ed è entrato in campo al minuto 79 rilevando Alessandro Gamberini, quando le quattro reti dell’incontro erano già state tutte segnate. cosa che è iniziata al 2’, quando Artem Fedetskiy ha portato in vantaggio i padroni di casa. a tre minuti dal duplice fischio il brasiliano Matheus ha raddoppiato. Terza marcatura poi al minuto 64 ad opera di Giuliano che impingua il risultato: 3-0. Ad un quarto dalla fine l’arbitro turco Hüseyin Göcek ha decretato un rigore a favore del Napoli, trasformato da Edinson Cavani che era stato atterrato in area. Il 3-1 è arrivato però troppo tardi, ed ora gli azzurri sono sotto pressione, necessitando i tre punti per il  prossimo incontro che vedrà al S. Paolo l’8 novembre il ritorno proprio contro gli ucraini del Dnipro.

Fonte: Inler.ch

clicca qui per leggere la notizia in lingua originale

La Redazione

M.V.


Gestione Sinistri Caterino

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.