IN CASA DELL’AVVERSARIO – Atalanta, c’è Grassi dal primo minuto. Pesante l’assenza di Kessiè

IN CASA DELL’AVVERSARIO – Atalanta, c’è Grassi dal primo minuto. Pesante l’assenza di Kessiè

Termina il tour de force del Napoli. Atalanta-Napoli, in programma domani alle ore 15 sarà l’ultima delle sette partite in ventidue giorni che hanno visto la squadra di Sarri contro Palermo, Dinamo Kiev, Bologna, Chievo e Benfica e pareggiare 0-0 contro il Genoa. La trasferta di Bergamo è storicamente complicata per gli azzurri, che troveranno un Atalanta in difficoltà, ma il solito clima difficile, con una tifoseria calda ed ostile ed un allenatore, Gasperini, che ha sempre dato fastidio al Napoli. Sarri non vuole cali di tensione dopo lo splendido 4-2 al Benfica per godersi la sosta, che gli porterà via ben dodici nazionali. L’obiettivo è, come sempre, uno solo: la vittoria.

COME ARRIVA L’ATALANTA – La squadra di Gasperini ha cominciato il campionato notevolmente al di sotto delle aspettative, con due sole vittorie (Torino e Crotone) e ben quattro sconfitte contro Lazio, Sampdoria, Cagliari e Palermo. 6 i punti in classifica, 9 i gol fatti, ben dodici quelli subiti (peggio ha fatto solo il Crotone). La difesa è da registrare, l’attacco sta latitando, con un Paloschi stranamente a secco di gol. Contro il Napoli dovrebbe esserci Petagna, autore di due marcature, ma mancherà il gioiellino Kessiè. L’ivoriano, migliore scoperta di quest’inizio di stagione, è squalificato e l’assenza peserà molto: quattro i gol segnati fino ad ora. Esordio dal primo minuto per Alberto Grassi, l’oggetto misterioso del mercato di gennaio del Napoli, tornato in prestito a Bergamo. Sarà una partita molto importante per il classe ’95 che vorrà dimostrare il suo valore al cospetto della squadra che possiede il suo cartellino.

LE DICHIARAZIONI – Il difensore dell’Atalanta Ervin Zukanovic ha parlato al quotidiano Il Corriere di Bergamo: “Il Napoli è migliorato rispetto all’anno scorso. Milik è più completo di Higuain. Noi dovremo giocare concentrati e difendere tutti insieme, come una squadra. Perché fino a ora abbiamo incassato troppi gol. Poi, le occasioni per segnare riusciamo sempre a crearle. Lo sappiamo che giocare qui è difficile per gli ospiti. E parlo anche per esperienza. Il tifo è un elemento importante a nostro favore. Ma, ripeto, è altrettanto importante che in fase difensiva tutti diano una mano. Poi vedremo quello che accadrà. Chi toglierei a Sarri? Nessuno, perché loro sono una squadra e i singoli sono esaltati dall’alchimia che è riuscito a creare l’allenatore”.

PROBABILI FORMAZIONI: ATALANTA – Gasperini deve fare a meno di Konko e Spinazzola, infortunati e di Kessiè. Il gioiellino ivoriano, come il tecnico ex Genoa, è squalificato. 3-4-3 consueto per l’ex tecnico del Genoa che schiererà Berisha in porta, Masiello, Toloi e Zukanovic in difesa. Centrocampo a 4 con Conti e Dramè sulle fasce, Grassi e Freuler al centro, in attacco agiranno con ogni probabilità Kurtic e Gomez sulle fasce con Petagna al centro. Possibile la seconda panchina consecutiva per Alberto Paloschi.

NAPOLI – Qualche dubbio di formazione per Sarri che pensa a qualche cambio rispetto alla vittoria casalinga contro il Benfica. In porta ci sarà Reina, in difesa Hysaj, Maksimovic che rileva l’infortunato Albiol, Koulibaly e Ghoulam (ma non è da escludere Strinic); difficile vedere Maggio per Hysaj. Centrocampo a tre con Zielinski, Jorginho e Hamsik, in attacco l’insostituibile Callejon sarà affiancato da Gabbiadini, in netto vantaggio su Milik e Insigne.

L’ARBITRO – Sarà Nicola Rizzoli della sezione di Bologna ad arbitrare Atalanta-Napoli, assistito da Posado e Alassio, dal quarto uomo Marzaloni e dagli addizionali di porta Massa e Celi.

A cura di Dario Gambardella


Laureando in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, diplomato al Liceo Classico Jacopo Sannazaro. Dal 2011 collabora con la Redazione del programma TV Golden Gol di Mario Cacciatore, visibile su Tele A+ e Tv Capital e con IamNaples.it, cura l’organizzazione del torneo universitario di calcio a 8 “UniConfederation League”. Appassionato di tutti gli sport, in particolare calcio, tennis e pallacanestro, ama particolarmente il calcio minore, soprattutto quello campano. Il suo obiettivo massimo è formarsi nel giornalismo sportivo.

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google