In Ucraina con Vargas e Dzemaili

In Ucraina con Vargas e Dzemaili

Ritmo frenetico anche fuori del campo: mercoledì il Napoli si rimette in viaggio, direzione Dnepropetrovsk in Ucraina dove giovedì sera è atteso dalla sfida con il Dnipro valida per la terza giornata del girone di Europa League. Un’altra sfida che assorbirà energie nervose e fisiche. Il Dnipro ha vinto due gare su due, battendo prima in casa il PSV e poi in Svezia l’Aik Solna, mentre il Napoli è reduce dal tonfo di Eindhoven e non può permettersi un’altra battuta d’arresto se vuole andare avanti nella competizione europea.

TURN OVER MISURATO – Dopo l’esperimento olandese, quasi certamente Mazzarri rifletterà parecchio sul turn over. Probabile che lo limiti, che eviti di presentare un campo una formazione composta da tutti i ricambi. Soprattutto a centrocampo, uno tra Inler e Behrami dovrà giocare al fianco di Dzemaili per dare consistenza ad un reparto che ad Eindhoven ha accusato non pochi problemi con Donadel ed El Kaddouri.

LORENZO CON EDU – Sarà la seconda giornata di squalifica che dovrà scontare Hamsik per cui Mazzarri dovrà verificare anche l’impiego a tempo pieno di El Kaddouri che sta seguendo un programma personalizzato di preparazione per arrivare alla forma ottimale. Non è da escludere l’inserimento di Pandev sulla trequarti per dare alla manovra offensiva quel pizzico di esperienza che necessariamente occorre per servire Insigne e Vargas. Insomma, una trasferta affatto agevole per tanti altri fattori. A cominciare dal clima: al Dnipro Arena, uno stadio da trentatremila posto, farà freddo giovedì sera. S’annuncia una temperatura minima intorno ai 2 gradi ed una massima che non supera i 6 gradi.

AVVERSARIO OSTICO – Il Dinpro si sta rivelando più forte di quanto si pensasse al momento della composizione dei gironi. In Europa League ha vinto due gare, realizzando cinque gol e subendone soltanto due. Nella Premier Ucraina, invece, è al secondo posto, alle spalle dello Shakhtar Donetsk, avendo ottenuto l’en plein in casa (sei vittorie su sei) e comportandosi non male fuori (una vittoria, tre pareggi, due sconfitte). Ieri ha perso tre a due in casa dello Zoyra Lugansk sotto gli occhi dell’osservatore del Napoli, Nitti, uomo di fiducia di Mazzarri. Gli ucraini sono allenati da uno spagnolo, Juande Ramos, 58 anni, ex CSK Mosca ed una lunga gavetta in panchina in Spagna ed anche all’estero. Praticano un quattro-quattro-due che in fase offensiva diventa quattro-due-quattro. Nelle fila del Dinpro, club di proprietà del più grande gruppo bancario ucraino, la PrivatBank, c’è il brasiliano Matheus, 29 anni, già cinque gol finora (2 in Europa League e 3 in Premier), nonchè l’altro brasiliano Giuliano, centrocampista, anche lui con il vizio del gol (5 gol solo in campionato), ed i nazionali ucraini Zozulya, Seleznev, Rotan. Un avversario di tutto rispetto, quindi, attenderà il Napoli che neanche giovedì sera nell’Arena Dnipro sarà da solo: già un centinaio di tifosi hanno acquistato il pacchetto-viaggio sul quale il costo del biglietto per lo stadio incide poco o nulla (solo 5 euro).

CASTELVOLTURNO – Proprio in previsione della sfida di giovedì, Mazzarri ha lasciato a Castelvolturno uno dei suoi collaboratori per curare la preparazione di chi non era stato convocato per la sfida con la Juventus, tra questi Edu Vargas. Ed a loro oggi si aggregheranno quelli che non ha preso parte all’impegno di Torino.

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google