Jorginho: “A Verona il mio agente mi rubava i soldi, volevo tornare in Brasile”

Al sito ufficiale del Chelsea, Jorginho ha svelato di essere stato sul punto di mollare il calcio

Al sito ufficiale del Chelsea, Jorginho ha svelato di essere stato sul punto di mollare il calcio dopo essere stato preso in giro dall’agente che l’aveva portato a Verona. 

Jorginho aveva 16 anni e faceva parte della Berretti del Verona:

“Mi allenavo e andavo a scuola, nient’altro. Ho incontrato un brasiliano e siamo diventati amici, gli ho detto che vivevo a 20 euro a settimana. Lui mi ha detto che forse c’era qualcosa che non andava”.

Il giovane Jorginho scoprì dunque di essere truffato dall’agente:

“Ha fatto alcune domande e si è scoperto che il mio agente prendeva i soldi e non ne sapevo nulla. A quel punto volevo arrendermi. Ero completamente distrutto. Ero stufo”.

Dalla felicità dell’approdo in Italia alla disperazione per aver scoperto la verità:

“Ho telefonato a casa in lacrime e ho detto a mia madre che volevo tornare a casa e non giocare più a calcio”.

Jorginho è legatissimo alla madre e grazie a lei è riuscito a superare i momenti di difficoltà:

“Mi ha detto, non pensarci nemmeno! Sei così vicino e lo sei stato per alcuni anni, non ti lascerò tornare a casa. Devi restare lì e resistere”.

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.