Julio Cesar, l’offerta per l’ingaggio non soddisfa: si punta tutto su Pepe Reina

La telefonata tanto attesa di Julio Cesar non è arrivata. E chissà se mai arriverà. E’ giunta, invece, via etere la dichiarazione del suo procuratore, Josias Cardoso. Ai microfoni di Crc ha precisato: «Non c’è accordo sulla cifra dell’ingaggio. La proposta del Napoli è lontana da quanto percepisce oggi Julio». Ballerebbero duecentomila euro circa. Da due milioni e ottocentomila euro (fin dove s’era spinto il Napoli), ai tre milioni di euro (quanto guadagnato al Qpr). Non è tantissimo. Ma ora si è trasformata in una questione di principio. Pare che in un primo momento, l’offerta fosse stata ritenuta valida dall’entourage dell’estremo difensore brasiliano e che in corso d’opera sarebbero cambiate le carte in tavola. Ed a questo punto, il Napoli si è indispettito chiedendo la disponibilità al trasferimento di Pepe Reina, un altro fedelissimo di Benitez. Resta l’ostacolo della valutazione (circa dieci milioni di euro) nonchè quello dell’ingaggio che è superiore a quello di Julio Cesar (quattro milioni di euro). Ma nel caso di Reina entrerebbe in azione Benitez con i dirigenti dei Reds per strappare la formula del prestito ed una partecipazione all’ingaggio. Ma circolano anche i nomi di altri due portieri spagnoli, entrambi ammistrati da Quilon: Diego Lopez, 31 anni, secondo al Real Madrid e Moya Miguel Angel, 29 del Getafe. Intanto De Sanctis è sempre lì in attesa di notizie. Lì in ritiro a prepararsi con il solito scrupolo e la solita professionalità ma non certo con il morale alle stelle. La possibilità che, in ultima analisi, possa anche restare è presente. Magari discutendone insieme e trovando un compromesso (magari inserendo altri incentivi nel contratto, come ipotesi).

LA PRIMA SCELTA – Di Julio Cesar, Benitez ha più di un ricordo positivo. L’ultimo risale alla sfida tra Chelsea e Qpr. Fu grazie alle parate del portiere della nazionale verde oro che Benitez conobbe la prima sconfitta interna alla guida dei Blues. Poi c’è stata la conferma alla Confederation Cup. Ed il Napoli ha cercato di accontentare il tecnico. D’accordo il Qpr a cederlo in prestito, d’accordo il calciatore a trasferirsi al Napoli, manca d’intesa invece sulla cifra d’ingaggio. «Julio è tornato ai livelli di quando ha vinto il triplete con l’Inter – ha precisato il suo manager – ha disputato una grande Confederation Cup e non gradisce che l’ingaggio gli venga ridotto. Anzi è già tanto che non abbia chiesto un aumento come hanno fatto altri compagni di nazionale. E’ vero, c’era un interessamento della Roma ma risale a tempo fa. Piuttosto il Napoli non ha difficoltà economiche per accontentare Julio e quindi dipende solo da loro». Un primo effetto della cessione di Cavani? Può darsi. Ora tutti sanno che il Napoli dispone di liquidità importante e nessuno recede neanche di un euro. «Spetta al Napoli, decidesse con calma», ha ripetuto Cardoso. Ed il Napoli pare che abbia già virato su Reina, come anticipato ieri. Il sondaggio sulla disponibilità è andato già a buon fine. «Napoli è una possibilità, nonchè una destinazione gradita dal mio assistito», ha precisato Manuel Garcia Quilon, procuratore del portiere spagnolo, nonchè di Benitez e di Albiol.

IL FEDELISSIMO – Josè Manuel Reina Páez, noto con il diminutivo di Pepe, è di due anni più giovane di Julio Cèsar. Dopo la trafila nel Barcellona è approdato al Villarreal e da qui al Liverpool su indicazione di Benitez. Grazie alle prestazione nei Reds è approdato anche in nazionale come vice di Casillas. Disponde di un palmares ricco: il mondiale in Sud Africa, gli Europei del 2008 e del 2012, i titoli con il Liverpool. Ma costa rispetto a Julio Cesar che arriverebbe in prestito. E guadagna un milione di euro in più. Ed il Napoli tentenna, sperando che i Reds accolgano l’intercessione di Benitez che da quelle parti è molto amato per il prestito ed una partecipazione all’ingaggio.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.