Juve Stabia a picco: sconfitta 3-0 in casa del Livorno

Le api riescono a tenere solo per 45 minuti, il secondo tempo è di marca amaranto.

Le api di mister Braglia non riescono nell’impresa e affondano sotto i colpi di un Livorno sornione e quantomai cinico. Al Picchi la compagine stabiese tenta di emulare i cugini della Nocerina, ma con esito totalmente diverso. Il primo tempo non offre grandi emozioni anche se i primi minuti sono di marca campana. In particolare al ’13 Maury si rende pericoloso con un calcio di punizione dalla distanza. Nonostante i buoni propositi, al ’25 arriva il primo sussulto livornese, con Salviato che si divora un gol già fatto su assistenza di Genevier. Il Livorno sale in cattedra e sfiora più volte il gol con Paulinho, ma i primi quarantacinque minuti terminano a reti bianche. Chi si aspettava un ritorno in campo agguerrito da parte dell’undici di Castellammare è rimasto deluso: tanta è stata la paura di subire una rete e la conseguente incapacità nel provare a vincere la gara che alla fine, come si suol dire, more lenta ma sicura. E’ Dionisi, al 52′ a bucare la rete di Colombi: Tap-in dopo la respinta del portiere campano su botta di Genevier. Livorno cinico e Juve Stabia come imbambolata, al ’80 chiude con Salviato sugli sviluppi di un calcio d’angolo e nel recupero trova addirittura il 3-0 con il sigillo del Campione del Mondo, ex Toro e Palermo, Simone Barone. Dura lezione per la Juve Stabia che paga caro l’inesperienza nella categoria: a nulla è servita la buona volontà messa in campo dai ragazzi di Braglia, specie nella prima frazione di gioco. I campani non sono riusciti a limitare le sortite offensive di una squadra meglio organizzata e soprattutto con altri obiettivi stagionali. Dopo cinque giornate sono ultimi con 0 punti all’attivo (complice la penalizzazione di un punto) e lo spauracchio di un ritorno nell’inferno della C sembra prendere sempre più forma. Unica nota positiva dell’incontro la caparbietà di Danilevicius, ex di turno che ha provato, spesso da solo e in vano, a mettere in difficoltà quelli che erano i suoi ex compagni.

Servizio a Cura di Mirko Panico


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.