Juve Stabia, Verdi si presenta a Braglia subito con un gol

Juve Stabia, Verdi si presenta a Braglia subito con un gol

Piero Braglia non si perde in fronzoli, neanche il tempo di fargli metter piede per la prima volta al Romeo Menti che per Simone Verdi è scattata subito l’ora della prima in gialloblù. L’occasione propizia è stata rappresentata dall’amichevole giocata ieri sotto una pioggia torrenziale contro l’Arzanese, che gioca nel campionato di Seconda divisione. Il tecnico toscano ha optato inizialmente per un 4-5-1 con il neoacquisto e Improta nel ruolo di esterni, rispettivamente destro e mancino, a supporto dell’unica punta Mbakogu. Tra le principali novità la presenza a centrocampo di Jidayi con Mezavilla dirottato in tribuna probabilmente in vista del confronto odierno che sarà disputato, sempre con inizio alle ore 15, nuovamente a Castellammare contro il Sant’Antonio Abate che ha sostituito all’ultimo momento la Battipagliese. Proprio il centrocampista ravennate ha aperto le marcature seguito da Verdi, Mbakogu e Pompilio. Quest’ultimo, giunto in prova da pochi giorni, si sta giocando una fetta importante del proprio futuro alla luce della scarsa considerazione di cui nutre al Varese, club che ne detiene il cartellino.
Ad assistere dalla tribuna al successo per 4-0 della propria squadra vi era anche il patron Franco Manniello, in questi giorni alle prese con l’iscrizione nel registro degli indagati da parte della Dda di Napoli in merito all’ipotesi di frode sportiva nell’ambito dell’inchiesta Golden Gol 2. A tal proposito il presidente della Juve Stabia è stato raggiunto ieri da un attestato di solidarietà dell’ex sindaco di Castellammare Luigi Bobbio, il quale ha tenuto a sottolineare come la società rappresenti un motivo d’orgoglio per la città che «un teorema giudiziario, attualmente ancora nella fase delle indagini preliminari – ha sottolineato l’ex magistrato –, non può offuscare. Sono certo che il presidente Manniello saprà dimostrare la propria estraneità ai fatti».
In questo clima surreale che con il calcio giocato ha ben poco a che fare, Salvatore Di Somma sta continuando a vagliare il mercato alla ricerca di soluzioni in grado di integrare la rosa a disposizione di Braglia. L’ultima suggestione porta a Gaston Brugman, 20enne uruguaiano mai utilizzato in questa stagione dal Pescara. Il centrocampista arriverebbe per sostituire Genevier, il cui passaggio alla Pro Vercelli dovrebbe concretizzarsi dopo il match contro il Brescia. I continui rumors non infastidiscono minimamente uno dei punti di riferimento dello scacchiere stabiese, quel Marco Cellini sbloccatosi a Livorno proprio prima della sosta. «Siamo sereni – spiega l’attaccante –, chiunque arriverà sarà accolto con entusiasmo. Il calcio è questo, si viene e si va senza mai fermarsi. Conosco Verdi per averlo affrontato durante la scorsa stagione: ha colpi impressionanti e potrà darci una grossa mano. Io non mi muovo da qui, le voci sul Modena sono solo chiacchiere da bar». Intanto Zigoni, uno degli obiettivi per l’attacco, è tornato all’Avellino.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

P.S.


La redazione di IamNaples.it

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google