Koulibaly ha scelto la sua prossima squadra: sarà il Manchester City di Guardiola

Il Napoli dovrebbe incassare circa 80 mln

La scelta sembra essere stata fatta: sarà il Manchester City. È la squadra di guardiola la numero uno tra le preferenze di Kalidou Koulibaly, sempre più orientato alla cessione questa estate. Il difensore del Napoli, 29 anni appena compiuti, potrebbe essere il sacrificio economico importante che serverà al club di De Laurentiis per tenere tranquille le casse azzurre e per finanziare il nuovo mercato, dopo 6 stagioni in azzurro.

Secondo quanto riportato da Mundo Deportivo, Koulibaly avrebbe definitivamente accantonato le opzioni Ligue 1 (con il Psg) e Liga (con Barcellona e Real Madrid interessate) scegliendo la Premier: proprio Guardiola è il motivo per cui la preferenza è ricaduta sul City e non sul Liverpool o Manchester United, altri top club molto interessati al franco-senegalese. Il Napoli sa che non arriveranno offerte da 100 milioni quest’anno, ma potrebbe darlo via per una cifra intorno agli 80 milioni. Quella per Kalidou sarebbe un’altra spesa record per la difesa di Pep a Manchester, dopo aver pagato già 360 milioni negli ultimi anni, investiti soprattutto in calciatori come Mendy (57,5), Walker (52,7), Stones (55,6) e Laporte (65).

Fonte: Il Mattino

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.