La prima auto di Diego all’asta per 65mila euro

La prima auto di Diego all’asta per 65mila euro

Una Porsche 924 del 1979, mantenuta in perfette condizioni, è stata messa in vendita da un collezionista argentino attraverso il sito specializzato JamesList al prezzo, decisamente elevato per questo tipo di auto, di 65.000 euro. La particolarità di questa vettura, che ne giustifica la quotazione, è rappresentata dalla intestazione del primo proprietario come si legge nei documenti allegati alla Porsche importata dagli Stati Uniti e registrata il 22 febbraio del 1980: l’asso del calcio Diego Armando Maradona. Questa 924, allora molto costosa in Argentina a causa delle tasse d’importazione, è stata infatti la prima auto di pregio nel garage del «Pibe de oro», che al momento dell’acquisto aveva meno di 20 anni ed era ancora in forza alla Argentinos Juniors.

La Porsche 924 ex Maradona è verniciata in un elegante grigio metallizzato ed ha interni (perfettamente conservati) in pelle marrone. Come si legge nella inserzione pubblicata da JamesList – sito specializzato nella vendita di ben di lusso, dalle barche ai gioielli, dalle case alle automobili – la vettura «è completamente originale ed in perfette condizioni e può essere spedita in ogni parte del mondo». La 924 era dotata di un motore quattro cilindri di origine Volkswagen (lo stesso utilizzato nell’Audi 100 e nel veicolo commerciale Vw LT) che, in questa prima generazione erogava 125 Cv e permetteva una velocità massima di 200 km/h. Per quanto prodotta in quasi 160mila esemplari tra il 1976 e il 1985, la 924 ha un valore storico particolare in quanto ha rappresentato per Porsche la «salvezza» in un momento di difficoltà aziendale. Il successo commerciale e il relativo basso costo di sviluppo e di produzione (l’auto nasceva a livello di progetto da una JV tra Volkswagen e Porsche, cessata nel 1976) permise infatti il superamento della crisi finanziaria che aveva colpito l’Azienda e quindi la sopravvivenza e la prosecuzione del rinnovamento della gamma 911.
Maradona era già una stella del calcio argentino nell’80. Un anno dopo si trasferì al Boca Juniors e nell’82 il passaggio al Barcellona. Due tormentate stagioni in Spagna, tra infortuni e tensioni, prima del trasferimento al Napoli: il grande colpo di Ferlaino e di Juliano costato 14 miliardi di lire.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google