L’addio a Iuliano, Ferlaino e Moggi in lacrime. Niente gonfalone del club

Emozione e chiesa gremita ai funerali del popolare ex capo dell’ufficio stampa

Un lungo applauso e il suono del silenzio, è terminata così la cerimonia per l’ultimo saluto a Carlo Iuliano, l’ex capoufficio stampa del Napoli dei trionfi scomparso mercoledì a 71 anni. Gremita la chiesa di San Vincenzo Pallotti in corso Europa. Accanto alla moglie del giornalista, Anna, alle figlie Raffaella e Milena e alla nipotina Laura gli amici di Carletto nei trent’anni azzurri. In prima fila Luciano Moggi, Corrado Ferlaino, Antonio Juliano e Canè. L’ex direttore generale del Napoli è stato invitato da padre Andrea a ricordare la figura di Carlo, ma è stato vinto dall’emozione. Commosso Ferlaino: «Mi hai lasciato solo, con te se ne va un uomo buono». La figura del giornalista è stata ricordata da Maurizio Romano. Il presidente dell’Ussi Campania, Mario Zaccaria, ha annunciato di aver inviato una lettera all’assessore comunale Giuseppina Tommasielli affinché la tribuna stampa del San Paolo sia dedicata a Iuliano. Il Napoli è stato rappresentato dall’addetto stampa Guido Baldari (il dirigente Nicola Lombardo era stato mercoledì nella camera ardente del Fatebenefratelli per l’abbraccio alla signora Anna), ma è stata notata l’assenza della bandiera del club o di una delegazione delle giovanili: la prima squadra era in viaggio per Roma.
Raffaella, la figlia giornalista di Carlo, ha ringraziato tutti gli intervenuti al funerale: «Papà mi ha insegnato i valori della vita, non potrò mai essere come lui ma mi ha lasciato un modello da seguire». L’amico di sempre Franco Campana ha letto una poesia dedicata a Carlo, mentre l’ex arbitro Massimo De Santis e Walter Novellino hanno ricordato i pellegrinaggi a Lourdes con la famiglia Iuliano.
Tanti ex azzurri, oltre a Juliano e Canè: Enzo Montefusco, Gianni Improta, Sandro Abbondanza, Pino Taglialatela, Gennaro Scarlato. E poi l’ex direttore sportivo Gigi Pavarese, l’ex amministratore Gianmarco Innocenti, l’ex medico sociale Lino Russo, gli ex dirigenti Dino Celentano e Dario Boldoni, Filippo Fusco, Giulio e Luca Ferlaino, Angelo Borrello, che per anni ha curato l’organizzazione delle partite al San Paolo. E poi i procuratori Enrico Fedele e Mariano Grimaldi. Tra i numerosi giornalisti i presidenti dell’Ordine, Ottavio Lucarelli, e dell’Assostampa, Enzo Colimoro.

Fonte: Il Mattino

La redazione

P.S.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.