L’analisi di Chiariello: “Crollo abbastanza prevedibile, azzurri oggettivamente stanchi”

Umberto Chiariello, giornalista, ha analizzato il match Napoli-Fiorentina nel suo editoriale in onda a “Campania Sport”, su Canale 21: “E’ la prima volta dopo 8 anni che il Napoli non trova i quarti di Coppa Italia, non credo che sia il caso di farne tragedie. Anzi la partita alla fine era stata anche riacciuffata sul 2-2, ma giocare in nove uomini tutti i supplementari con una squadra oggettivamente stanca, anche perché sono gli stessi uomini che giocano da tre partite, non ci sono alternative, fa sì che il crollo fosse una cosa abbastanza prevedibile. Soprattutto perché la squadra che era restata in campo era assai scombiccherata, a centrocampo aveva solo Elmas, che poi centrocampista non è, con ai fianchi Cioffi addirittura e Mertens. Una squadra che non poteva reggere, fatta da 5 difensori, 1 centrocampista atipico come Elmas e 2 attaccanti che dovevano sacrificarsi. E’ chiaro che nei supplementari è stata una debacle. Se questa partita doveva servire per vedere Tuanzebe, dobbiamo dire non è ancora pronto per il campionato italiano, deve ancora imparare il modo di difendere in Italia. Ha fatto errori che un difendente non dovrebbe mai fare, sul gol di Vlahovic ha sbagliato ogni movimento difensivo. Anche in altre occasioni ha dimostrato di avere fisico, piede non proprio ignoranti ma concezioni difensive non proprio da serie A. E’ un calciatore che deve imparare, se non è riuscito a sfondare fino a questo momento qualche motivo ci sarà, anche per lo stesso Koulibaly il primo anno in Italia è stato di totale apprendistato. Quindi Tuanzebe non bocciato, ma rimandato. Rimaniamo perplessi per dei comportamenti di alcuni giocatori che dovrebbero essere di prima fascia. Quello che ha fatto Lozano è inqualificabile, sbaglia uno stop facile a tre metri e poi va a fare un fallo con piede a martello da codice penale, il rosso ci sta tutto. Non capisco le critiche dei tifosi napoletani all’arbitro Ayroldi, se c’è una squadra penalizzata è stata la Fiorentina. La Fiorentina stava andando in gol con Ikoné, l’arbitro ha fermato il gioco per espellere giustamente Fabian Ruiz, ma andava fatto al termine dell’azione. Le tre espulsioni sono perfette, l’errore grave l’ha fatto ai danni dei viola. Ayroldi non è un buon arbitro e non mi piace, forse nel primo tempo c’era un rosso per Duncan, ma tutto sommato non è per colpa dell’arbitro che il Napoli ha perso. La sconfitta è arrivata per dei comportamenti di alcuni azzurri, che non mi sono piaciuti affatto. Non andava sottovalutata questa partita, non mi è piaciuto il modo in cui i calciatori sono scesi in campo. Abbiamo visto il solito strepitoso Mertens, che è il giocatore di maggior classe di questo Napoli, e il confermarsi di un ottimo Lobotka. Mi dispiace molto per Meret che ha dovuto prendere incolpevolmente 4 gol, esibendosi anche in una grandissima parata ma è entrato nel momento sbagliato, cioè quando il Napoli è crollato. Il Napoli ha avuto il difetto di avere 40 minuti di superiorità numerica e di andare sotto nel punteggio senza saper recuperare. Il piccolo miracolo di Petagna è stato poi un boomerang, perché poi il risultato è stato pesantissimo. La mia preoccupazione è una sola, che il dispendio di energie di questo gruppo di uomini risicato è stato tantissimo e lunedì c’è il Bologna. Il Napoli una cosa di certo ce l’ha in testa: Bologna, Salernitana e Venezia non le può proprio sbagliare. E’ vero che stanno rientrando un po’ di giocatori alla spicciolata, ma vengono da Covid, non hanno preparazione nella gambe e quindi bisogna fare affidamento su quelli che sono scesi in campo fino adesso. E questi li ho visti molto stanchi, questo è il punto che più mi preoccupa per il futuro prossimo al di là di una Coppa Italia buttata al vento in maniera un po’ insipiente”.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.