L’analisi di Goal.com – I numeri del calciomercato 2014: 1397 acquisti, la Serie A compra più di tutti (messi insieme)

E' stato un altro mercato di austerity per i club di Serie A. Lontanissimi dai grandi colpi e dal miliardo speso dalla Premier, ma siamo quelli che comprano di più.

Il copione, ormai, è consolidato: gli altri spendono, noi facciamo quel che si può con i pochi spiccioli rimasti. Un’altra sessione di calciomercato è volata via all’insegna di quei termini che con il tempo sono diventati familiari. Crisi, ridimensionamento, ‘spending review’. Ma la Serie A è diventata davvero il fanalino di coda del calcio europeo anche in sede di mercato, oltre che sul campo? Un’analisi attenta dei numeri di questa campagna acquisti può aiutarci a capirlo, fugando dubbi e riservando più di una sorpresa.

spese top nel mondo

Sorprese che non si registrano scorrendo la lista dei ‘Paperoni’ d’Europa, i club più spendaccioni dell’estate. Soltanto la Roma fa capolino al decimo posto, forte di una campagna acquisti importante in vista del ritorno in Champions. Per il resto è praticamente un monologo inglese, con la Premier che piazza ben otto club nella Top 15: quasi la metà delle squadre partecipanti al campionato, dato impressionante. La Spagna si difende bene con Barcellona, Real Madrid e Atletico Madrid, Germania e Francia si attestano ai nostri livelli.

Nella Top 15 degli incassi, invece, nessuna traccia della nostra presenza, nonostante nelle ultime estati i club italiani si siano segnalati come botteghe carissime in giro per l’Europa. La copertina, su questo fronte, se la prende la Spagna, altro movimento in evidente difficoltà sotto il profilo economico: sette società su 15 sono della Liga. La leadership spetta però al Southampton. Smantellando l’ottima squadra dello scorso anno (via Shaw, Lovren, Chambers, Lallana e Lambert) i Saints hanno messo da parte quasi 120 milioni, di cui 73 subito reinvestiti.

Entrando più nel dettaglio, aumentano le proporzioni del dominio inglese sul mercato. Tra i 15 trasferimenti più costosi dell’estate, nove portano la firma dei club di Premier. Curioso, però, come le prime due posizioni siano occupate da Barcellona e Real Madrid con Suarez e Rodriguez. Oppure no: le follie, in fondo, sono sempre state di casa da quelle parti. Ah, non cercate il tricolore verde, bianco e rosso: è tempo sprecato…

top spese serie a

Nel nostro orticello è la Roma a fare la parte del leone (o della Lupa, fate voi). Con 58 milioni spesi è nettamente la squdra ad aver investito le risorse maggiori. La Juventus segue staccata di circa 20 milioni, poi, a sorpresa, Torino, Udinese e Verona. Per granata e scaligeri, però, influiscono le cifre dei riscatti pre-cessione di Immobile e Iturbe. Il dato più significativo è nascosto tra ciò che non si vede: Milan e Inter fuori dalla Top 10, forse l’immagine più efficace del periodo di austerity che stiamo attraversando. Come calcio e prima ancora come nazione.

Passando alla cassa, è il Torino ad aver operato meglio: i granata hanno sfruttato la grande annata di Cerci e Immobile per realizzare un incasso importante. Ora, il difficile, sarà replicare le loro gesta anche in questa stagione. Roma e Milan hanno dato respiro al proprio bilancio con le cessioni pesanti di Benatia e Balotelli, la Juventus ha messo da parte più di 20 milioni pur non avendo rinunciato ad un big. Dettaglio non irrilevante.

Anche un marziano appena sbarcato sul nostro pianeta si renderebbe conto di quanto sia stato un mercato in tono minore, spulciando la lista dei colpi più costosi in Serie A. Solo tre superano i dieci milioni di esborso, la squadra più presente – il Napoli, con tre acquisti – è stata anche quella più criticata. Curioso, no?

E vale la pena anche buttare un occhio alle dieci operazioni in uscita più importanti, perchè a furia di cedere i migliori stanno finendo anche i campioni da vendere per fare cassa. Tolti i primissimi nomi, soprende vedere nella Top 10 gente come Hernandez, Mustafi, Livaja. Non esattamente stelle del nostro campionato.

Dunque sembrerebbe essere stato un calciomercato povero in Italia. Già, sembrerebbe. Perchè poi, i dati, raccontano un’altra verità. Vero che siamo lontani anni luce dal miliardo (!) speso dalla Premier League e sensibilmente dai 480 milioni della Liga. Però, con oltre 320 milioni spesi, ci mettiamo dietro quella Bundesliga presa da tutti come riferimento e doppiamo la Ligue 1, che senza le follie del Monaco e con un PSG frenato dal Fair Play Finanziario ha avuto ben poco da dire.

Ma il dato più stupefacente è sempre il solito: nessuno fa mercato più di noi. Con 1397 acquisti, in Serie A si è comprato più di Premier, Liga, Bundesliga e Ligue 1 messe insieme. Le nostre 20 squadre hanno movimentato più delle altre 78. Trend che ormai va avanti da qualche stagione, su cui sarebbe il caso di iniziare a riflettere, a farsi qualche domanda: per spendere, spendiamo; per comprare, compriamo; ma come lo facciamo?

 

Fonte: goal.com

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.