L’angolo del calcio estero: cade lo United contro il Chelsea, Borussia e Barca schiacciasassi

Nel recupero della 18esima giornata perde la capolista in Premier, solita storia in Germania e Spagn

Premier League


Dopo tre gare senza vittoria l’Aston Villa batte in casa il Blackburn scavalcandolo in classifica. Dopo un primo tempo dominato dai padroni di casa, nella ripresa Young si procura e realizza dal dischetto la rete del vantaggio per i suoi. Poi successivamente su un destro di Albrighton è il difensore scozzese Hanley a siglare con un autogol il raddoppio villans. A questo punto gli uomini di Houllier ne approfittano degli ampi spazi che lasciano gli ospiti, e così in contropiede Downing realizza la sua sesta rete in stagione. La rete della bandiera per i Rovers è di Kalinic con un tiro nettamente deviato dal difensore Dunne. Nel finale Young sigla la sua doppietta. L’Everton in casa contro il Sunderland sblocca dopo 8 minuti con l’ex attaccante Leeds United Beckford. La reazione degli ospiti c’è con una traversa colpita da Sessegnon. Ma al 39’ dopo uno spunto di Arteta è ancora Beckford a chiudere il match siglando il suo sesto gol in Premier. Il Newcastle contro il Bolton passa in vantaggio con la rete dell’ex capitano del Bolton Kevin Nolan, che per l’occasione non esulta. Il pareggio però è agguantato da Sturridge, che ha una media di un gol a partita da quando è arrivato dal Chelsea. Il Wolverhampton cerca punti salvezza in casa contro il Blackpool e  li ottiene. Vittoria per 4-0 per gli uomini di McCarthy con le reti siglate da Jarvis al 3’ minuto di gioco.  Sul finale del primo tempo viene espulso Campbell per gli ospiti, condizionando così il match che si evolve con le successive reti di  O’Hara al 54’, e con la doppietta di Ebanks-Blake al 79’ e al 90’. Sul campo del Wigan il Manchester United vuole rispondere alla vittoria dell’Arsenal contro lo Stoke, e dopo 17 minuti sblocca il risultato con Hernandez servito da Nani. Dilagano nella ripresa gli uomini di Ferguson , al 74’ è ancora il “Chicarito” a raddoppiare, poi Rooney all’84’  ed ancora con Fabio da silva all’87’. Parker con uno splendido esterno destro al 21’ minuto di gioco sblocca il risultato tra il West Ham ed il Liverpool.  Nel finale del primo tempo sul rilancio di Green al 44’ minuto la palla arriva a O’Neill che serve il belga Ba che di testa realizza il 2-0 per i suoi. Nella ripresa la replica reds è affidata alle conclusioni poco precise di Suarez e di Gerrard. All’83’ dopo una bella azione in area dell’uruguaiano Suarez è l’ex Johson a realizzare sotto rete la il gol della speranza , ma al 90’ è Carton Cole subentrato a Ba a siglare con un bel sinistro il gol del 3-1 hummers. Occasione di rilancio in classifica  sprecata per il Manchester City che pareggia in casa contro il Fulham per 1-1: alla rete di Balotelli al 26’ risponde Duff nella ripresa (48’). Siparietto finale tra i due tecnici Roberto Mancini e Mark Hughes, con il gallese che pare abbia rifiutato la stretta di mano del tecnico di Jesi alla fine del match.

La 51esima finale di Curling Cup tra Arsenal e Birmingham riversa tanti diversi colpi di scena: su un calcio d’angolo di Larsson al 28’ lo scozzese Johnson prolunga di testa per la torre Zigic che sfrutta l’indecisione del giovane Szczesny e firma la rete del vantaggio. Lo stesso portiere gunners si rifà al 33’ con una grande uscita sempre sullo stesso attaccante serbo. Gli uomini di Wenger si svegliano: è Wilshere a colpire con un gran destro dal limite la traversa al 38’, ma sugli sviluppi dell’azione è Arshavin a metter in mezzo per van Persie che con una bella girata pareggia i conti. Nella ripresa è il Birmingham a sfiorare il vantaggio con un palo colpito dall’ungherese Fahey al 57’. Al 75’ è  Bendtner  ad accentrarsi e a concludere con un potente destro a giro sul quale Foster si salva in due tempi. Ancora il portiere inglese si rende protagonista con una splendida parata su una conclusione dal limite di Nasri. Ma il portiere ventottenne non è solo bravo a sventare le minacce avversarie, ma anche a inizializzare le azioni dei suoi: infatti su un suo rinvio all’88’ minuto Zigic colpisce invano di testa verso Szczesny che commette un’indecisione clamorosa insieme al difensore francese Koscielny regalando la rete della vittoria a Obafemi Martins. Seconda vittoria da parte del Birmingham nella sua storia della coppa di lega.

Dinanzi ai 41 mila spettatori dello Stamford Bridge Carletto Ancelotti scaccia, con una grande rimonta, le critiche del match che secondo molti avrebbe dovuto sancire la sua dipartita dalla panchina dei blues: il recupero della 18esima giornata di Premier League Chelsea-Manchester United. I blues riguadagnano così il quarto posto in classifica con un match in meno (contro il Birmingham) rispetto al City terzo e rendon così ancora viva la Premier  per la felicità dell’Arsenal. Nonostante la rete ospite siglata da Rooney alla mezzora del primo tempo, nella ripresa è venuto fuori tutto l’orgoglio dei campioni in carica che, grazie alle reti di David Luiz e Franck Lampard su rigore, hanno ribaltato il risultato dando forse, in attesa del primo gol di un ancora ombroso Torres, la scossa decisiva a una stagione piena di alti e bassi.


    










Liga

Al San Memès l’Athletic Bilbao sfida il Valencia per agguantare la zona Champions League: al 15’ minuto Torquero si invola verso l’area servendo Llorente che difende la palla e conclude in rete, quattordicesimo gol stagionale per l’attaccante dei baschi. La reazione del Valencia sotto una pioggia scrosciante si concretizza con due conclusioni di Pablo Hernandez e  Joaquin, sulle quali però Iraizoz si oppone abilmente. Nella ripresa ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con un palo ancora di Llorente. Al 71’ minuto dopo una splendida azione sulla destra che porta Joaquin al cross è Mata a siglare la quinta rete in campionato per lui e il gol del momentaneo pareggio. La squadra di Caparròs barcolla ed all’81 minuto il portiere Iraizoz non trattiene su un tiro di sinistro di Costa, è lesto Jonas (nuovo acquisto ex Gremio) che mostra subito la sua migliore qualità. Il Valencia con questa vittoria rafforza il terzo posto in classifica. Difficile trasferta in casa del Santander da parte del Villareal. I padroni di casa partono subito forte siglando la rete del vantaggio con l’argentino Ariel Nahuelpan su assist di Pinillos. Nonostante le assenze di Santi Cazorla, Nilmar, Gonzalo e Capdevila (rimasti in panchina vittima del turn over di Garrido) non è capace di imporsi. Nella ripresa il tecnico del sottomarino giallo fa entrare Santi Cazorla e Nilmar e la musica cambia: al 66’ su cross dalla sinistra di Català è l’argentino Marcos Ruben a insaccare con un preciso colpo di testa pareggiando i conti. Dopo 3 minuti il messicano Giovanni dos Santos è bravo a stoppare in area di rigore l’assist di Pedro Munitis e a riportare in vantaggio i suoi. Ma in pieno recupero al 92’ su calcio d’angolo di Cazorla, dopo una correzione di Mario, è Nilmar a firmare il 2-2 finale. Josè Mourinho dopo aver dichiarato un’altra delle sue, ovvero di aver un calendario più ostile rispetto alle gare “scelte” dal Barcellona, pareggia sul campo del Depor per 0-0. Rumors vogliono che Kakà, nel momento della sua sostituzione al 61’ minuto, sia stato sgridato dal portoghese per l’eccessiva rilassatezza del brasiliano nel lasciare il campo di gioco per fare posto ad Adebayor. Con questo pareggio i blancos sono a -7 punti dalla vetta, infatti il Barcellona trita fuori casa il Maiorca per 3-0.Nonostante molte assenze e dopo un inizio a rilento,al 38’ Messi sblocca il risultato , Villa e Pedro finiscono il lavoro al 57’ e 66’. L’Espanyol di Pochettino batte 4-1 la Real Sociedad e si porta a quota 40 in classifica, decidono un autogol di Estrada al 42’, e le reti di Sergio Garciá al 54’, Callejón al 81’, Márquez al 90′. Al Calderon gol e spettacolo: e’ 2-2. Due volte in vantaggio il Siviglia, due volte rimontato dall’Atletico Madrid: i gol di Negredo, Merodio, Rakitic e Reyes regalano emozioni ma non vincitori. Bagarre in coda: vittoria pesante del Levante. Il 2-1 all’Osasuna vale il sorpasso ai danni dell’Hercules, che si fa imporre lo 0-0 in casa dal Getafe, termina 0-0 anche la gara tra Gjion e Saragozza. Nel posticipo il Malaga vince e lascia l’ultimo posto. Finisce 3-1, con Feghouli che porta avanti l’Almeria, chiudera’ poi in nove, ma Maresca, Rondon e Juanmi firmano la rimonta e il sorpasso.

    









Bundesliga

All’Allianz arena il colpaccio è compiuto: la sfida più attesa della giornata, ovvero quella tra  Bayern Monaco e Borussia Dortmund, termina con la vittoria schiacciante della capolista per 3-1. Al 18’ minuto è Großkreutz a rubare palla a Schweinsteiger ed a servire Lucas Barrios che non sbaglia. La reazione della squadra di van Gaal c’è: al 16’ su un calcio d’angolo di Ribery è Luiz Gustavo a insaccare la sua prima rete con la nuova squadra. Ma la partita è una girandola di emozioni: al 18’ minuto tutto parte da un’azione nata in contropiede con uno scatenato Lucas Barrios che si beve Badstuber sulla mediana, serve Mario Gotze che scarica dietro per Nuri Sahin che piazza dal limite dell’area di rigore uno straordinario sinistro a giro (sesto gol per lui in stagione). Nel secondo tempo su un calcio d’angolo di Mario Gotze al 60’ è Hummels a svettare più alto di tutti ed a realizzare il 3-1 finale. I ragazzi di Klopp incantano con il loro calcio spettacolo, sinonimo di freschezza (vista la grande quantità di giovani in formazione) e determinazione. Noi di Iamnaples.it abbiamo già analizzato questa squadra imbottita di giovani gioielli nella rubrica Talent Scout  realizzata lo scorso ottobre (https://www.iamnaples.it/index.php?task=news&idcat=10&id=3406). Con questo successo realizza dietro di se il vuoto la capolista, infatti sono 16 i punti dal Bayern Monaco e 12 dal Bayer Leverkusen, che viene fermato a Brema sul 2-2. Il  Leverkusen nonostante il doppio vantaggio messo a segno da Derdiyok e da Rolfes viene rimontato dagli uomini di Schaaf prima con l’autorete di Kießling e poi al 90’ da Prodl. Rinascita dello Stoccarda che si impone per 2-0 sul campo dell’Eintracht Francoforte con reti di Harnik e Hajnal (nonostante la precedente espulsione di Delpierre) riaprendosi così uno spiraglio nella lotta per non retrocedere. L’Hannover nei minuti finali sigla il gol che gli regala il successo sul campo del St. Pauli  con il quarto centro in stagione di Schulz. Con questa vittoria il sorpasso ai danni del Bayern è realizzato. La squadra di Slomka espugna all’ 89′ il difficilissimo campo del St. Pauli con il gol di Schulz. Il Mainz è corsaro sul campo dell’Hoffenheim 2-1 con reti di Ivanschitz al 23’ (propiziato da una grande percussione centrale dell’attaccante tunisino Allagui) e del colombiano Soto all’86’(secondo gol in stagione per lui). La rete del momentaneo vantaggio per i padroni di casa è realizzata da Alaba su disastro della difesa ospite. Al Gelsenkirchen lo Shalke 04 ospita uno scatenato Norimberga (reduce da quattro vittorie consecutive). Al 37’ su tiro di Ekici para Neuer ma Hegeler ribadisce in rete per il vantaggio ospite(terzo gol in stagione per lui). Al 52’ è sempre il solito Raul Gonzalez Blanco a mettere a posto le cose siglando la rete del pareggio (sua 11esima realizza tura in bundesliga). A Colonia arriva il Friburgo ed il gol vittoria arriva alla fine del match: all’88’, su un contropiede dei padroni di casa, Novakovic innesca Lucas Podolski che dal limite dell’area di rigore realizza un grandissimo pallonetto sul quale il portiere Baumann non può far nulla. Decimo gol stagionale per l’attaccante tedesco. L’Amburgo, invece, impatta 1-1 sul campo del Kaiserslautern, con Jansen che risponde al primo gol del ceco Hlousek. Nell’anticipo del Venerdì tra Wolfsburg e  Borussia Monchengladbach  Diego è il protagonista nel male e (per fortuna per lui) nel bene: infatti dopo aver sprecato un rigore, mette a segno una doppietta prima al 37’ minuto di gioco, per poi raddoppiare pochi minuti più tardi sul finale del primo tempo con una grande punizione . Nel secondo tempo inutile il gol su calcio di rigore di Daems, la gara termina 2-1 per il Wolfsburg

    






Gilberto D’Alessio

 

<

p style=”text-align: left;”> 

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.