L’Athletic Bilbao va ko contro il Malaga, nel finale succede di tutto

Malaga avanti, annullato il pari del portiere e negato un rigore

SQUADRA GRANDI OCCASIONI. Promessa mantenuta. Ernesto Valverde aveva avvisato che a Malaga avrebbe schierato il miglior undici possibile per ridurre al minimo le possibilità di interrompere il trend positivo cominciato, ormai, la scorsa stagione, terminata con uno sbalorditivo quarto posto, ed in effetti, alla lettura delle formazioni, gli spettatori della Rosaleda scoprono che i leoni baschi se la giocheranno con una formazione per dieci undicesimi identica a quella proposta al San Paolo, martedì scorso. L’unica novità riguarda la corsia destra, dove al posto di De Marcos riappare Iraola. Regolarmente in campo i vari Susaeta, Muniain e Aduriz. Per trovare qualche sorpresa bisogna, invece, sbirciare la formazione dei padroni di casa, che rinunciano al nuovo acquisto Ochoa, sostituito tra i pali dal romanista mancato Kameni, in uno speculare 4-2-3-1, che punta tutto, in avanti, sulla buona vena dell’esperto Roque Santa Cruz.RISOLVE LUIS ALBERTO. Dopo un quarto d’ora di studio, la partita si scalda improvvisamente, quando un lampo di Muniain libera Aduriz solo soletto davanti a Kameni, il portiere camerunese riesce a metterci una pezza. Sul cambio di fronte, è Juanmi a ritrovarsi a due metri dal vantaggio, ma il tiro a botta sicura viene vanificato da un ripiegamento di Beñat. Superata la mezz’ora, si sblocca il risultato. Gurpegi si fa sfuggire Santa Cruz, steso in mezzo all’area da Iraizoz. Rigore netto, che l’estremo difensore basco respinge sui piedi del tiratore Luis Alberto, freddo nell’insaccare al secondo tentativo.

CLIMA CALIENTE. La vibrante ripresa, per i leoni biancorossi, si apre con Ibai Gomez per Beñat e un’immediata palla gol non sfruttata da Mikel Rico. Poco dopo, però è Luis Alberto a sfiorare la doppietta con un tiro che sfiora l’incrocio. Con il passare dei minuti, l’Athletic guadagna metri, cercando rabbiosamente il pari. Nell’incandescente finale, concluso con gli ospiti in doppia superiorità numerica per l’espulsioni di Duda e Antunes, succede di tutto e di più. In pieno recupero è addirittura il portiere basco Iraizoz a trovare il pari, con un imperioso stacco aereo, ma Mateu Lahoz annulla, per un inesistente fuorigioco di Laporte. Agli sgoccioli ci sarebbe pure un solare rigore per i bilbaini, ma l’arbitro soprassiede. Meglio pensare già al Napoli per i ragazzi di Valverde.

Fonte: Corriere dello Sport
Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.