Lazio, Inzaghi: “Grande serie di risultati, in altri campionati saremmo in testa”

"Col Genoa partita non facile"

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della sfida vinta oggi contro il Genoa:

“Penso che più che la vittoria la mia più grande soddisfazione sia vedere impiegati giocatori che magari non giocano sempre, penso ad esempio a Vavro che ha fatto una grande partita e sta cercando di imparare. Davanti poi ha un giocatore come Acerbi che di solito non salta neanche un allenamento. Penso che oggi tutti i ragazzi impiegati abbiano fatto una grande partita”.

È stata una partita complicata.
“È vero, contro un avversario in salute che aveva fatto bene nelle ultime gare. Abbiamo fatto tre gol, ne potevamo fare di più. Il rimpianto è di non aver ammazzato la partita perché abbiamo rischiato di complicarla. Ora dobbiamo continuare così senza guardarci indietro”

Come sta Acerbi?
“Acerbi ha avuto un problemino in settimana, voleva esserci a tutti i costi. Poi ha sentito un problemino al soleo, rientrati a Roma faremo gli accertamenti. Penso che sia una contrattura e spero che possa essere smaltita per la partita contro il Bologna di sabato”.

La lotta Scudetto?
“Mancano 13 partite, siamo qua e abbiamo l’obbligo di restare a contatto con Juventus e Inter. Abbiamo fatto qualcosa di incredibile, 16 vittorie e quattro pareggi nelle ultime 20. In un altro campionato probabilmente saremmo in testa. Dobbiamo continuare così restando con i piedi per terra”.

Come vive i rinvii delle partite?
“Penso che sia un problema serio e importante quello che sta accadendo in Italia, sono d’accordo se si dovranno fermare le partite di campionato, fermo restando che secondo me in questi casi la prevenzione è importantissima. Penso che tutti si siano messi nel modo migliore”.

Che atmosfera si respira in città?
“Io penso che i tifosi per noi siano importantissimi, è un’altra giornata che ci rimarrà dentro perché abbiamo giocato a Marassi con 4-5mila tifosi al seguito. È stato bello festeggiare con loro, sono una nostra arma e ci fanno sentire il loro calore”.

Il calendario?
“Tutte le partite sono impegnative, i calendari lasciano il tempo che trovano. Chiaro che quando ci sono gli scontri diretti qualcuna rallenterà. Ad esempio il Genoa è un po’ in difficoltà, ma giocare qui non sarà facile per nessuno”.

L’assenza dalle Coppe?
“A noi dispiace aver lasciato l’Europa League per colpe nostre e di aver perso il quarto di finale di Coppa Italia contro il Napoli, sono eliminazioni che ci lasciano l’amaro in bocca. Ora dobbiamo alzare il livello degli allenamenti”

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.