Lega Pro – Salernitana-Aversa 4-3: Mendicino e Negro nella ripresa per una rimonta spettacolare

Dopo due pareggi, l'Aversa di Novelli si arrende ad una Salernitana pirotecnica: che partita all'Arechi!

I più puntigliosi accuseranno forse le due squadre affrontatesi quest’oggi sul prato dell’Arechi di una solidità difensiva alquanto approssimativa, ma chi ha assistito stamane (ha fatto discutere la scelta di giocare alle 11) a Salernitana-Aversa Normanna non potrà sicuramente parlare di una gara avara in quanto a spettacolo e colpi dei singoli.

In una mediocrità generale (specie per quanto concerne la squadra ospite) emergono le stelle da una parte di Pestrin, Nalini e soprattutto Negro e Mendicino (entrati nella ripresa ed autori delle due doppiette che hanno spezzato le gambe ai normanni) e dall’altra di De Vena e Cicerelli (anch’egli autore di una doppietta a dir poco spettacolare che sarebbe potuta diventare tris se la sua punizione nella ripresa non si fosse infranta sul palo).

Per i ragazzi di Novelli l’amarezza per un’impresa quasi sfiorata dopo essere stati in vantaggio prima per 2-0 e poi per 3-1. Ai punti, comunque, la Salernitana ha, specie nella ripresa, meritato la roboante vittoria.

Cicerelli-show – I primi 45′ vengono scanditi da un eurogol dell’ala sinistra dei normanni, brava ad accentrarsi dall’out mancino ed a scaricare un destro di rara potenza e precisione alle spalle dell’incolpevole Gori (ma il tiro è forse deviato). Aversa in vantaggio, e siamo solo al 6′. L’Arechi, però, pieno nei settori Curva e Tribuna (i distinti sono momentaneamente off-limits) non smette un attimo di incitare i suoi, anche quando Calil, giocatore sulla carta di categoria superiore, sbaglia qualcosa di troppo. La trama della prima frazione di gioco è facilmente leggibile: Salernitana costantemente nella trequarti normanna ed ospiti chiusi dietro la linea del pallone con il solo De Vena a lottare contro la difesa granata. Di occasioni vere, però, Gabbionetta (che si sveglierà nella ripresa) e compagni ne collezionano pochine. Menichini capisce che c’è qualcosa che non va.

Ripresa pirotecnica – Il secondo tempo si apre con Castiglia che resta negli spogliatoi. Al suo posto Mendicino, cambio che si rivelerà a dir poco azzeccato. L’attaccante scuola Lazio ha fame da vendere. Quando però il pari sembra nell’area, l’azione che non ti aspetti: De Vena fa a sportellate con Trevisan e Bianchi partendo dal lato mancino della trequarti granata, entra in area e batte sul suo palo un Gori stavolta non ineccepibile con un rasoterra. 0-2. Ma la Sud non smette di incitare. Menichini nel frattempo ha scelto (61′) di gettare nella mischia un altro ‘affamato’, Negro. Mai mossa fu più azzeccata. Il 17 granata è una spina nel fianco della retroguardia ospite.

E così un minuto dopo il raddoppio di De Vena, Negro sfrutta un buon pallone di Nalini, uno dei migliori, e riapre il match con la solita freddezza. Sugli spalti è tripudio: il pareggio sembra il minimo in una bolgia del genere. Cicerelli è però in vena e merita gli applausi dei tifosi avversari quando in meno di un giro di lancette riporta lo scarto di reti tra le due compagini a due. Palla lunga di De Vena per l’11 (che nel frattempo, aveva centrato il palo direttamente su punizione) largo a sinistra: stop in corsa, palla sul destro, collo-interno a giro e via le ragnatele dal sette della porta di Gori. Al 70′ siamo sull’1-3. L’Arechi, un ineccepibile Pestrin in cabina di regia e l’estro di Negro, Mendicino e Nalini spostano però la lancetta verso la squadra di casa. In un forcing incredibile di circa 20′, i salernitani ne fanno 3: Mendicino, ancora Negro ed ancora Pestrin. E pensare che, a tempo ormai scaduto, Gabionetta (dopo una serpentina d’altra categoria in area) guadagna addirittura il rigore del potenziale 5-3. Rigore che l’italo-brasiliano tira in maniera inguardabile. Triplice fischio, il derby delle 11.00 è dell’Arechi.

Salernitana-Aversa Normanna 4-3. Ecco il tabellino del match dell‘Arechi

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo, Bianchi, Trevisan, Franco; Castiglia (46’ Mendicino), Pestrin, Volpe (71’ Favasuli); Gabionetta, Calil (60’ Negro), Nalini. A disposizione: Russo, Lanzaro, Tuia, Giandonato. All. Menichini

AVERSA NORMANNA (4-1-4-1): Forte; Spessato, Giovannini, Cardinale, Pippa (90’ Forino); Zaine;  Carbonaro (81’ Ndiaye), Cardore, Papa, Cicerelli (86’ Muro); De Vena. A disposizione: Savelloni, Scognamillo, Panatti, Gattoni. All. Novelli

ARBITRO: Amoroso di Paola (Bendettino-Argentieri)

MARCATORI: 6’, 69’ Cicerelli (A), 66’ De Vena (A), 68’, 74’ Negro (S), 76’, 88’ Mendicino (S).

NOTE: Spettatori 8017 (quota abbonati 2950), 30 dei quali provenienti da Aversa.  Ammoniti: Trevisan (S), Bianchi (S), Cardinale (A), Pestrin (S)  Calci d’angolo  per la Salernitana. Recupero 1’ pt, 3’ st. Gabionetta calcia a lato un rigore al minuto 93′.

Dal nostro inviato all’Arechi di Salerno Mirko Panico

 

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.