LEGA PRO – Savoia-Catanzaro 4-1. Poker che profuma di speranza

LEGA PRO – Savoia-Catanzaro 4-1. Poker che profuma di speranza

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Grande prestazione per il Savoia che liquida il Catanzaro rifilandogli due reti per tempo. Due volte Scarpa, poi Riccio e D’Appolonia firmano il successo per la compagine oplontina, di Bernardo la rete che momentaneamente aveva riaperto la gara.

LA GARA. Per la gara contro le aquile calabresi, mister Papagni cambia formazione rispetto a quella vista in casa del Martina Franca, ma non il modulo. Un 3-4-3 con Gragnaniello tra i pali, Sirigu, Vosnakidis e Riccio in difesa; mentre a centrocampo riecco Giordano con Saric, Pizzutelli e Verruschi. In attacco il tridente è formato da Scarpa, Leonetti e il rientrante Di Piazza. Il Catanzaro, invece si schiera con: Bindi, Daffara, Squillace, Zappacosta, Rigione, Ghosheh, Mancuso, Badara, Bernanrdo, Russotto e Mounard. All’avvio le squadre si studiano sul terreno di gioco, ma al secondo minuto arriva il primo sussulto che porta la firma del Savoia di Di Piazza. Il numero 9 oplontino però conquista solo un calcio d’angolo, sugli sviluppi dello stesso la gara si sblocca, con Ciccio Scarpa con un inserimento nell’area piccola riesce a superare Bindi. La risposta giallorossa arriva al sesto minuto, ma Gragnaniello ci mette una pezza prima su Russotto e poi su Daffara. I bianchi spingono in attacco, non lasciando spazi di manovra alla compagine calabarese che fatica ad arrivare alla conclusione in porta. Il Savoia è propositivo e Leonetti conquista un calcio di rigore per gli uomini di Papagni; sul dischetto si presenta Scarpa, che non sbaglia nonostante Bindi riesca ad intuire il lato. Subita la rete, arriva la reazione d’orgoglio per gli ospiti, che si concretizza in una traversa colpita da Ghosheh sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Si arriva alla mezz’ora di gioco con il Savoia che, in piena tranquillità, riesce a gestire il risultato, tenendo a bada gli uomini di mister Sanderra. Si va a riposo, dopo un minuto di recupero, con i bianchi in vantaggio, più che meritatamente, sul Catanzaro.

Nella ripresa il Savoia riparte all’attacco, ma il Catanzaro trova la rete per riaprire la gara. Passati circa dieci minuti di gioco, un errore di Riccio favorisce Bernardo che da posizione favorevole insacca alle spalle di un incolpevole Gragnaniello. Gli uomini di Sanderra iniziano a credere nel pareggio e attaccano con più convinzione. Mister Papagni decide di coprirsi per cercare di gestire il vantaggio, inserendo un centrocampista, Boilini, al posto di capitan Scarpa. Alla mezz’ora arriva una ghiotta occasione per Mounard, che dalla media distanza è libero di calciare un velenoso sinistro che fa la barba al palo, alla destra di Gragnaniello. I bianchi provano a riportare il vantaggio sulla doppia lunghezza, ma a causa di qualche sbavatura di troppo in zona d’attacco non riescono nell’intento. I calabresi si portano costantemente nella metà campo oplontina, ma ogni manovra è priva di idee, senza che il Savoia ne soffra particolarmente la pressione. A pochi minuti dalla fine, prima D’Appolonia conquista un calcio d’angolo, e poi proprio come la prima rete del match arriva la terza realizzazione del Savoia ad opera di Riccio. Ma un minuto più tardi D’Appolonia mette difatti la parola fine alla gara realizzando il poker. Un’ottima prova per gli oplontini che conquistano tre importantissimi punti in chiave salvezza, superando un ostacolo come il Catanzaro.

A.C. SAVOIA 1908 – U.S. CATANZARO: 2-1 (2-0 pt)
Savoia (3-4-3): Gragnaniello; Sirigu, Vosnakidis, Riccio; Giordani (85’ Cremaschi), Pizzutelli, Saric, Verruschi; Di Piazza (62’ D’Appolonia), Scarpa (64’ Boilini), Leonetti. A disp.: Volturo, Checcucci, Mercadante, Ferrante. All.: Papagni.
Catanzaro (4-3-3): Bindi; Daffara, Squillace, Rigione, Ghosheh; Badara (48’ Razziti), Mancuso, Zappacosta (80’ Ilari), Russotto, Mounard, Bernardo. A disp.: Migani, Calvarese, Orchi, Giampà, Caputa. All.: Sanderra.

marcatori: 3’, 12’ rig. Scarpa (S), 55’ Bernardo (C), 87′ Riccio (S), 88′ D’Appolonia (S)

direttore di gara: il sig. Alessandro Prontera della sez. di Bologna
assistenti: i sigg. Alessandro Cantiani della sez. di Venosa e Stefano Viola della sez. di Bari

ammoniti: Rigione (C), Riccio (S), Badara (C), Mounard (C), D’Appolonia (S), Russotto (C), Verruschi (S)
espulsi: Di Piazza (S) dalla panchina per proteste
angoli: 4-4
recupero: 1’ pt
note: I tifosi della Sud tornano a ripopolare la Curva

 

Gianfranco Collaro per Campaniagol.it


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google