L’Europa resta al palo

Una serata maledetta, cominciata bene e conclusa male: il Napoli è fuori dall’Europa League. Un paio di mezzi pasticci in difesa e due gol sbagliati da Lavezzi – prima e dopo la rete dell’illusione segnata da Hamsik – spianano la strada al Villarreal in gol con Nilmar e Giuseppe Rossi, alla fine del primo tempo, nel giro di appena tre minuti. Lo dice anche Dossena a fine gara: «Sul secondo gol degli spagnoli c’era fallo ma le regole in Europa non sono uguali alla nostra di serie A».
Bye-bye Europa, gli azzurri escono ai sedicesimi di finale, con Mazzarri ancora furibondo per un presunto fallo su Yebda, azione da cui è scaturita la seconda rete del Sottomarino giallo e ancora più arrabbiato per quello che riteneva un calcio di rigore sul Pocho Lavezzi e non riconosciuto dall’arbitro turco Cakir.
Peccato, davvero un gran peccato, ma soltanto perché il Napoli aveva dominato in lungo e in largo, per quasi tutto il primo tempo, ma alla lunga gli errori si pagano e quelli che ha commesso il Pocho Lavezzi in fase conclusiva, per due volte solo davanti alla porta avversaria, hanno impedito al Napoli di chiudere il match e di spedire il Villarreal all’inferno. Gli spagnoli erano finiti al tappeto, grazie ad una stoccata fulminante di testa di Hamsik alla sua decima realizzazione stagionale. Poco per volta però la squadra di Garrido ha ripreso quota, arrivando al pareggio con Nilmar – che non segnava dal 18 dicembre scorso – e al vantaggio di Rossi, favorito da una deviazione di Zuniga.
In campo c’era il Napoli rivoluzionato da Mazzarri: cinque le novità sull’undici consueto, novità spiegate dal tecnico azzurro dalla necessità di tener fuori i giocatori affaticati. Ma è anche lecito ritenere che le esclusioni siano state determinate dalla volontà di giocarsi il tutto per tutto nella lotta scudetto lunedì sera con il Milan. Cavani era infatti in panchina, chiamato in campo quando le cose si sono messe male. Il Matador si è battuto con una furia straordinaria, mai rassegnato alla sconfitta e dalla sua ci sono un palo e un paio di rabbiose conclusioni. Tutto però è apparso inutile, anche le altre e successive mosse di Mazzarri che ha fatto entrare Pazienza e Mascara – non hanno determinato una variazione di rotta: bastava un altro gol per rovinare la festa al Villarreal.

La Redazione
C.T.

Fonte: Leggo

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google