Lucescu: “Scelgo i giocatori per il mio gioco. Se mi chiamasse De Laurentiis …”

Lucescu: “Scelgo i giocatori per il mio gioco. Se mi chiamasse De Laurentiis …”

L’allenatore dello Shakthar Donetsk, Mircea Lucescu, è intervenuto ai microfoni di Radio Crc nel corso della trasmissione radiofonica Si gonfia la rete. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di IamNaples.it: “Abbiamo studiato il Chelsea e lo abbiamo limitato. È una squadra più forte rispetto allo scorso anno, siamo stati bravi a chiuderli e li abbiamo messi in difficoltà giocando palla a terra. Dove può arrivare la mia squadra? Vogliamo andare avanti e non commettere errori. Pensiamo alla Champions dopo aver dominato in campionato e coppa nazionale. In Italia ho avuto risultati alterni? Verissimo, perché in Italia c’era voglia di vendere i giocatori bravi; successo a Pisa e a Brescia. All’Inter feci l’errore di arrivare a dicembre: non era la mia squadra, ricca di numeri dieci e difficilmente da far convivere. In Ucraina no, l’azienda funziona bene. C’è stabilità, ho cresciuto giocatori giovani ed impartito le mie indicazioni. Se li scelgo io? Dipende, li guardo e li voglio. Se mi prendono giocatori solo per il nome, dopo li lascio partire. Mi chiedete del Dnipro. Sono forti, ricchi di stranieri e pronti. Giocano bene e anche se hanno perso dei punti i campionato, dicono la loro. Se il Napoli gioca con le riserve perderà sicuramente. Le squadre italiane che schierano le riserve in Europa League commettono errori incredibili: è una vetrina importante per mettersi in luce. Se mi chiamasse il Napoli? Rifiuterei, se professionalmente si sta bene, non ci sono motivi per andarsene. Ho bisogno di esprimere il mio gioco e qui ho la possibilità di farlo.”

 

La redazione

F.G.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google