Il Mattino – Un Napoli adulto controlla e domina il Nizza, le pagelle degli azzurri

Il Mattino – Un Napoli adulto controlla e domina il Nizza, le pagelle degli azzurri

Il Napoli vince e convince all’Allianz Riviera contro il Nizza e si qualifica per la fase a gironi di Champions League. Grande partita degli azzurri sotto il profilo tecnico e della mentalità, queste le pagelle dell’edizione odierna de “Il Mattino”:

Reina 6,5 – Para il parabile (Sneijder) e l’imparabile (Ganago). Le conclusioni dei francesi sono tiracci, poi la traversa di Lees Melou alla fine. Invecchia bene come il miglior sherry di Spagna;

Hysaj 7 – Insidia Saint-Maximin, l’attaccante francese che aveva allarmato la difesa azzurra al San Paolo. Ma Hysaj produce energia. Squalificato domenica, si spende tutto. Non difende solo, ma attacca e lo fa con grande incisività;

Albiol 7,5 – Sontuoso, sicuro, grintoso. Interviene su Balotelli, chiude su Saint-Maximin, raddoppiando le marcature di Koulibaly e Hysaj. La fase difensiva del Napoli è perfetta e lo spagnolo la gestisce magnificamente con il senso della posizione e chiusure opportune. Sa tenere alta la linea difensiva e non sbaglia un pallone, gioca di classe. Interventi energici ma puliti, dominatore all’Allianz Riviera.

Koulibaly 7,5 – Inghiotte Balotelli. Lo pressa, gli è addosso, lo anticipa, lo tiene, gli toglie l’aria e il pallone. A un passo dal gol su corner di Ghoulam. Dopo aver stravinto il duello con Balotelli, ha modo di fermare anche Ganago in una situazione pericolosa in area azzurra.

Ghoulam 7 – Chiude su Walter e spinge e parte per i cross. Batte un corner favoloso su cui Koulibaly manca il gol non arrivandoci di testa. L’assist per il raddoppio conclude una partita perfetta. Nessuna difficoltà nemmeno quando entra Lees Melou.

Allan 7 – Erba, palla, caviglia. Gambe a mulinello. Grande attenzione, baluardo a centrocampo e sempre in anticipo su Seri cercato dal Barcellona. Grande partita non solo difensiva.

Jorginho 8 – Legge bene ogni situazione, col pressing alto è fantastico nel vincere i contrasti. Non perde un duello e strappa agli avversari numerosi palloni con quel fisico apparentemente minuto. Contro Sneijder fa anche il duro e stravince il confronto.

Hamsik 6,5 – Non è più solo a centrocampo come a Verona perché ha sempre vicino Jorginho. Chiede spazio, gestisce il ritmo rallentando. Non brilla, poi fa l’assist a Callejon. Sembra stanco ma occupa sempre la posizione giusta per il disimpegno di Jorginho e gli scambi con Insigne. Sostituito con Zielinski dopo un’ora di gioco;

Callejon 7 – Non aspetta il rosso, passa col Jallet. Va sulla sinistra e batte fuori alla fine del primo tempo. Abbatte le speranze del Nizza con il gol in apertura di ripresa. Rientra su Saint-Maximin in soccorso ad Hysaj. Solito pendolini amoroso e il gol che stronca la rimonta francese è la chicca di una partita giocata senza soste.

Mertens 7 – Il diavolo veste Dries. Palla qua, palla là, palla sul palo dopo il gol di Callejon. Dante si perde nella selva oscura e la freccia vallone smantella l’intera difesa francese. Dries ne va plus, magnifico.

Insigne 7,5 – Piccolo è bellissimo. Il Magnifico. Souquet è la moquet sulla quale passeggia. Finta ad andare, finta a rientrare, pallone pronto per l’arcobaleno. Rientra, accelera, fantastico sprint al 44’. Nella ripresa va due volte al tiro, ma Cardinale è attento. Alla fine gol da centravanti su cross di Ghoulam. Lo meritava.

Zielinski 7 – Al posto di Hamsik, subito in partita rifinendo due palle-gol per Insigne. Lanciato da Mertens, va alla conclusione ma un difensore gli devia il tiro in corner. In condizione superlativa, entra da protagonista e gioca alla grande.

Rog e Diawara s.v.;

Sarri 8 – Il suo Napoli è adulto, controlla e domina. Conquista la carta di credito per la Champions: mister card. Dopo 25 minuti in ansia ma senza danni e quattro occasioni per gli azzurri, smette di masticare la finta sigaretta. Il Nizza è una buona squadra, ma un Napoli adulto controlla e domina la partita superando la tagliola del preliminare già fatale agli azzurri e ad altre nove squadre italiane. Vince la sfida con lo svizzero Favre. Tutti vorrebbero giocare come il Napoli, una trama che si chiama desiderio.

Fonte: Il Mattino


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google