Mazzarri: “Bene ma voglio di più”

L'allenatore partenopeo stimola la squadra ad avere più cinismo sotto porta

Incontentabile. Mazzarri è fatto così e per certi versi somiglia ad Ottavio Bianchi, il pilota del primo scudetto della storia del Napoli. Anche lui usava puntare il dito sulle cose negative nei momenti di maggiore esaltazione. Ieri, Mazzarri, pur avendo salutato la sua trecentesima panchina in A con una vittoria netta, trova qualcosa da imputare ai suoi: «Non si possono sprecare tante occasioni da gol – dice al termine della gara – Occorre essere più cinici sotto porta e chiudere prima le partite. Se avessimo gestito meglio il vantaggio, poteva e doveva finire tre a zero per noi. Invece abbiamo rischiato che il Parma potesse raggiungerci sul due a due. Abbiamo sofferto più del dovuto. Ed ogni volta che sbagliavamo nella loro area dei gol già fatti, dicevo tra me:«vuoi vedere che stavolta va a finire male?». Chi sta nel calcio da tanti anni lo sa che dopo aver sbagliato tanto, si rischia di subire».  Oggi prima della seduta di allenamento prevista in funzione della sfida di Europa League di giovedì, il tecnico parlerà proprio di questo nello spogliatoi: «La grande squadra chiude in tempo le partite. Sarebbe bastata un erroraccio sul due a uno per compromettere tutto e lasciare per strada due punti. Non va bene così anche se bisogna riconoscere che molti ragazzi non avevano la necessaria lucidità sotto porta avendo giocato due partite con le loro nazionali. Può darsi che qualcuno ne abbia risentito al momento di piazzare il colpo decisivo. Sono contento per le tre vittorie di fila ma dispiaciuto per i due gol subiti finora. Una squadra che vuole attestarsi nelle prime posizioni di classifica deve cercare di non prendere certi gol e di farne di più quando crea una miriade di palle gol». 

ARRABBIATO PER INSIGNE – Mazzarri tra qualcosa da ridire anche su Lorenzo Insigne che pure ha brindato al suo primo gol e che pure ha esaltato la mossa del tecnico di inserirlo al posto di Cavani: «Non l’ho incrociato dopo la partita ma quando lo vedrò gli dirò che avrebbe dovuto fare tre gol, non uno soltanto. E che certi giochini in area di rigore, non mi piacciono. Lui ha i numeri per diventare nel tempo un top player, ha confermato di possedere del talento ma per diventarlo in fretta deve abolire certi preziosismi e mettere il pallone in rete. Ad un giovane vanno dette certe cose, altrimenti si rischia di perderlo per strada e sarebbe un peccato. Di sicuro è una bella alternativa di cui possiamo disporre quest’anno». 
HAMSIK CAMPIONE – Elogi invece per lo slovacco: «Da un anno all’altro è cresciuto tantissimo. Oggi Marek è un campione perché ha sempre la giocata pronta. E con il nuovo atteggiamento tattico è previsto che lui debba sfruttare il movimento dei due attaccanti ed inserirsi al momento opportuno». 
IL CONTRATTO – «Non so perché si debba parlare sempre di questo – aggiunge Mazzarri a precisa domanda – Ho firmato per un anno soltanto per avere più stimoli e per trasmetterli ai ragazzi. Io ragiono partita dopo partita, poi si comincia ad invecchiare e non si sa se restare in panchina o meno. Ad ogni modo hanno fatto piacere le affermazioni del presidente («Altre 1000 panchine con Mazzarri», aveva detto De Laurentiis).
LAVEZZI – Infine, un accenno anche alla nostalgia di Lavezzi: «Evidentemente la compattezza del nostro gruppo fa sì che chi va via, poi ci rimpiange. Un calciatore che viene da noi, trova regole ed armonia. Non so se altrove, trova la stessa unione di intenti». E mentre sta per andar via, confessa una perplessità: «Abbiamo due difensori infortunati e questo mi preoccupa in vista della sfida di Europa League». 
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.
Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.