Mazzarri: “Pareggio contro una squadra pazzesca”

Soddisfatto Mazzarri, orgoglioso del suo Napoli:

«Avevamo di fronte una squadra con valori pazzeschi. Tutto sommato abbiamo fatto una buona prestazione, anche se qualche episodio non è stato favorevole. Abbiamo perso delle palle importanti, ci pressavano a tutto campo. In dieci partite avevano fatto 25 gol e ne hanno subito uno solo contro di noi. Sono in grande forma e quindi sono soddisfatto del gruppo che ha fatto una grande partita».

Il tecnico azzurro svela anche una chiave tattica:

 «La difesa a quattro? Sì, avevamo preparato anche questo tipo di schieramento: stavo per dare l’ok, poi ho cambiato idea, ci saremmo potuti trovare due nostri contro tre avversari se gli esterni fossero rimasti alti e non potevamo rischiare. Con la difesa a tre, invece, ci siamo trovati con un uomo in più, il che è stato un bene data l’enorme qualità degli avversari».

Per l’allenatore è un pari dal valore enorme.

«Il Barcellona è un po’ in calo, questo Bayern è la squadra più forte in Europa, poi si poteva anche vincere, ma già il pareggio va bene. Siamo la squadra che l’ha fermata: non avevano finora subito un solo gol e oggi hanno rischiato di incassarne due se fosse stato concesso il rigore per l’intervento di un loro giocatore (Schweinsteiger, ndr) che ha impedito sotto porta l’intervento di Hamsik che avrebbe potuto segnare. Invece, il fallo di mano di Cannavaro non era neanche così netto. Quindi mi sa di eccezionale quello che abbiamo fatto: non abbiamo ricevuto aiuti ed è stato tutto meritato. Abbiamo solo sofferto un po’ all’inizio quando non avevamo ancora preso le misure».

Poi un passaggio sull’arbitro.

«Era da esplusione la manata che ha preso Aronica; Cannavaro ha detto qualcosa ed è stato ammonito e questo ci danneggia perchè non lo avremo a Monaco nel ritorno. Anche il cartellino giallo su Maggio mi è sembrato esagerato. Faccio invece i complimenti a Morgan per come ha parato il rigore».

Quindi un riferimento al Manchester che ha vinto nel finale con il Villarreal.

«Tutti dicevano che noi potevamo essere la cenerentola… ma ora dobbiamo crescere e affrontare tutte le partite come le tre iniziali e non fare calcoli. Di certo dobbiamo dare il massimo contro il Villarreal: in fondo non abbiamo l’imperativo di passare il turno come le squadre che erano in prima e in seconda fascia. Dobbiamo continuare a vivere la giornata, seguendo la nostra crescita».

Cavani, deludente contro Parma e Bayern, è stato sostituito nel finale. Mazzarri giustifica la sua prestazione:

«Non si può essere sempre al top ed è normale che un giocatore possa essere meno lucido e brillante tra impegni con le nazionali e le tante partite di club. Ma anche quando uno come Cavani non è al top, è importante in campo perchè lavora molto e dà una mano anche in difesa».

E a proposito di cali, il tecnico non mette sotto accusa i difensori:

«Contro il Parma ci sentivamo sicuri e ci sono state disattenzioni reali. Il Bayern invece mette in difficoltà tutti e siamo stati bravi a rendere ininfluenti le loro giocate. A livello difensivo è stata una partita diversa, tutti hanno fatto una grande gara considerando la forza degli avversari. Abbiamo fatto una partita eccezionale. Sapevamo che il Bayern non dà riferimenti e sono stati bravi a trovare varchi, con movimenti che ci hanno messo in difficoltà. Poi abbiamo aggiustato qualcosa».

 

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino

 

 

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google