Milan-Napoli, è la notte dello scudetto. Mazzarri punta su Mascara

È la notte della partitissima: il Napoli sale a Milano con l’obiettivo di agganciare i rossoneri in testa alla classifica e proseguire così la volata scudetto. Reduci dalla eliminazione in Europa League dopo la sconfitta con il Villarreal, gli azzurri puntano sulla forza del collettivo (pur privo dello squalificato Lavezzi, che sarà sostituito da Mascara) e naturalmente su Cavani. Tutto esaurito al Meazza: almeno diecimila i tifosi napoletani sugli spalti. Sarà presente anche il premier Berlusconi.

«Una sfida nella sfida». Mazzarri e Allegri hanno alimentato la polemica alla vigilia della sfida scudetto di stasera. In campo nel posticipo del lunedì il Milan capolista e il Napoli che insegue a tre punti. E i tecnici delle due formazioni si sono scambiati messaggi al vetriolo.

«Il fatto che ogni volta che dico qualcosa – spiega Mazzarri – loro mi rispondano significa che hanno davvero la coda di paglia. Allegri ed io non siamo amici, non abbiamo rapporti professionali. Ci siamo sentiti solo una volta, una telefonata di venti minuti. Ci mise in contatto Ulivieri. Mi ricordo che lui era l’allenatore all’Aglianese».

A distanza la replica: «Mazzarri va valutato come tanti colleghi, sta facendo tante cose e sicuramente verrà qui con la sua squadra per prendersi i tre punti e agganciarci in vetta. Non lo conosco. Lui ha allenato a Livorno, io ci abito. Per quanto mi riguarda, penso che non serve sempre alzare la voce o arrabbiarsi, ci sono vari modi per poter essere lo stesso autorevoli. Ci giochiamo molto e lo stesso il Napoli, anche se si nascondono o tentano di nascondersi, è una sfida scudetto».

La Redazione
C.T.

Fonte: Il Mattino

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google