Montella: “Non chiedo scusa ai tifosi”. Segnali d’addio per il tecnico viola?

Montella: “Non chiedo scusa ai tifosi”. Segnali d’addio per il tecnico viola?

“Chiedere scusa ai tifosi per quello che ho detto giovedì? Ribadisco che questa squadra non merita di essere derisa, può essere insultata, offesa, fischiata ma non presa in giro. Ho il dovere di difenderla per come è e per quanto ha fatto e sono pronto anche a mettermi contro la città per sostenere i miei giocatori”. È un Vincenzo Montella nuovamente polemico quello che si presenta in conferenza stampa alla vigilia della sfida della Fiorentina col Parma, fondamentale per la rincorsa a un posto in Europa League nella prossima stagione. Lo sfogo di giovedì sera, dopo il k.o. col Siviglia, non si è consumato. E il tecnico viola calca la mano. “C’è chi dice che abbia parlato così per rompere con Firenze e la Fiorentina? Io sono sempre stato corretto e sincero con chi devo esserlo. Non ho bisogno di rompere con nessuno, so come fare se voglio andare via, ma prima di tutto parlerò con i miei dirigenti a fine stagione. Solo loro conosceranno prima le mie decisioni: sfido chiunque a dimostrare che io abbia incontrato altri presidenti o altri club”.
TIFOSI E PARMA — “L’anno scorso siamo arrivati in finale di Coppa Italia, quest’anno abbiamo perso in semifinale come anche in Europa League eliminando squadre fortissime scese dalla Champions – continua Montella -. Quindi penso che la squadra abbia fatto tanto, questo non toglie che il tifoso possa essere deluso ma i ragazzi meritano rispetto e una difesa da parte mia”. Gli strascichi lasciati dall’atteggiamento dello stadio giovedì sera nella sconfitta col Siviglia si fanno ancora sentire. “Non bisogna mai prendere ad esempio gli aspetti negativi, la città di Firenze ha sempre dimostrato di essere civile ma questo non vuol dire che non posso dire che il pubblico abbia sbagliato. Penso che la squadra debba essere rispettata e spero che il pubblico continui a darci il sostegno che ci ha sempre dato. Mi dispiacerebbe se dopo questo k.o. si perdesse l’equilibrio nei giudizi e ci si lasciasse andare”. Della partita col Parma si parla solo di riflesso. “Domani vorrei vedere il solito spirito e senso di appartenenza, le risorse nascoste dentro di noi per vincere contro un Parma orgoglioso e molto ben organizzato”, la conclusione di Montella.
Fonte: gazzetta.it


Laureando in Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, diplomato in ragioneria. Fin da bambino si diletta a commentare partite di calcio in Tv. Un obiettivo prefissato: quello di diventare un giornalista sportivo di grande livello sfruttando la possibilità che IamNaples.it gli concede nel mondo dell’informazione.

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google