Mora: “Calaiò non sta nella pelle. Il 4-3-3 lo può esaltare”

Nicola Mora, ex terzino azzurro ed attualmente tesserato dell’Ischia Isola Verde, regina del Girone H di Serie D, interviene a Marte Sport Live. Ecco quanto evidenziato dalla Redazione di IamNaples.it:

“Ho sentito Manu (Calaiò ndr) ed è logicamente molto contento di poter scendere in campo questa sera. Passare il turno sarebbe un’impresa, ma noi tutti dobbiamo sperarci: magari lo stesso Calaiò potrebbe essere molto utile in questo senso. Il 4-3-3? Deciderà Mazzarri, la rosa del Napoli, comunque, è abbastanza variegata da poter permettere tante variabili tattiche. Purtroppo all’andata le cose sono andate male, ma una grande squadra come il Napoli deve provarci sempre. Il 4-3-3 è più congruo ad un’impresa, abbandonando il credo tattico usuale, Mazzarri dimostra che vuole crederci: in area ci sarà Calaiò, molto forte di testa e con questo modulo le sue caratteristiche potranno essere esaltate anche dallo sfruttamento delle corsie laterali. Inoltre sono d’accordo con la scelta del mister di convocare tutti i giocatori azzurri, questo è un chiaro segnale alla squadra: si deve remare tutti nella stessa direzione. Serie D? Con l’Ischia mi sto divertendo molto, speriamo di portare a casa questo difficile campionato.”

La Redazione

M.P.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.