Napoli-Chelsea: acquistati già cinquemila biglietti, ma sui prezzi divampa la polemica

La ressa ai botteghini non c’è, i problemi per acquistare i biglietti neanche. La prevendita con il Chelsea, riservata agli abbonati, comincia senza intoppi, l’unico è dettato dal maltempo che rende il lavoro degli steward poco piacevole. Qualcuno arriva intorno alle 6.30 del mattino, ma le scene ammirate in passato — per ora — sono un lontano ricordo. Se ne riparlerà la prossima settimana. Pochi minuti d’attesa a piazzale d’Annunzio e il gioco è fatto, ma la maggior parte degli appassionati, complici il freddo e la pioggia, sceglie le ricevitorie autorizzate. I malumori per gli aumenti non sono del tutto sopiti, anzi è il leit motiv di chi si lamenta per il costo dei Distinti (100 euro). I numeri però raccontano che in molti hanno già digerito la decisione perché la sfida del 21 febbraio è la più importante degli ultimi anni e nessuno vuole mancare. Si va verso i 5 mila tagliandi acquistati: un terzo degli abbonati ha già confermato il posto in prima fila per il grande evento con il Chelsea, valido per gli ottavi di finale di Champions. La prelazione continuerà per altri due giorni, poi da martedì si comincerà a fare sul serio ed è previsto il boom soprattutto sabato 11 quando saranno disponibili le due curve, il settore più economico dello stadio (30 euro) e zoccolo duro della passione a prescindere dall’avversario. La polemica sui prezzi continua ad impazzare sul web anche se l’idea della petizione, lanciata su Facebook, ha raccolto finora pochi sostenitori. Gli “irriducibili” sono pronti a disertare lo stadio, molti — invece — hanno preso atto che il Napoli si è adeguato allo standard della Champions. Il problema semmai è la condizione in cui versa il San Paolo: l’impianto di Fuorigrotta è ormai vecchio e non permette — come accade a San Siro — che un ampio settore come quello dei Distinti possa prevedere distinzioni tra posti centrali e laterali, consentendo così anche di modulare le offerte.

Fonte: Repubblica

La Redazione

C.T.

Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
la giovane italia
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.