Napoli-Icardi, ci siamo

Napoli-Icardi, ci siamo

Che Cavani piaccia al Real, e poi anche a Bayern, Psg, Chelsea, City e United, Juve, Milan, Inter e Barça, è storia nota. E anche ovvia, considerando che si tratta di un giocatore unico, nel suo genere. Il Napoli, però, è forte di un suggerimento importante: « Il club sa cosa voglio », disse Edi neanche tanto tempo fa. Ovvero: vincere e competere ai massimi livelli in Italia e in Europa. Vederlo ancora in azzurro per molti anni non è poi un’impresa disperata. Ecco perché, anche nel bel mezzo della lotta scudetto, il Napoli vuole programmare per crescere: e in quest’ottica, il doppio colpo Icardi-Obiang sarebbe un ottimo viatico.

GIOVANI DORIANI – A dirla tutta, De Laurentiis ha provato a prendere Icardi, 20 anni da compiere il 19 febbraio e un contratto con la Samp fino al 2015, già l’ultimo giorno del mercato di gennaio, ma trattandosi di un gioiello è ovvio che la storia sarà approfondita. Piace anche alla Juve e soprattutto all’Inter, ma il Napoli è in cima alla lista e la prossima settimana il presidente potrebbe incontrare i suoi manager, Abian Morano e Ulisse Savini.  Con la Samp, tra l’altro, c’è già un accordo di massima, ma il presidente non vorrebbe fermarsi a Maurito (nato a Rosario, in Argentina, ma dotato di cittadinanza italiana): oltre all’attaccante, infatti, piace anche il centrocampista spagnolo, madrileno di Alcalàde Henares, Pedro Obiang. Vent’anni di muscoli d’ebano e qualità. I contatti con il suo manager, lo spagnolo Josè Michel Gonzalez, sono avviati.
DA UDINE – Non solo Icardi e Obiang. In tasca, De Laurentiis ha anche un altro nome; un altro giovanotto che fa numeri da funambolo: Luis Muriel. Il ventunenne colombiano dell’Udinese è molto più di una tentazione.
IL MATADOR – Sorpresa? Macché. Però fa sempre un certo effetto. Di quelli dirompenti, che guastano un po’ le giornate di una squadra che lotta per lo scudetto e soprattutto di un popolo che vive con il fiato sospeso, memore di un’esperienza già conosciuta ma che, questa volta, fa molta più paura. Tremendamente. La notizia, nuda e cruda, viene dalla Spagna, anzi dalla Catalogna, e la cosa è probabilmente meno preoccupante, considerando che si parla dei reali di Madrid: « Il Real è vicino a Cavani ». Firmato, Sport.es , portale barceloneta e vicino alle cose di casa Barça che, ieri, ha rilanciato un’indiscrezione del mondo madrileno. Tutto sotto controllo. Come controllati a vista sono due giocatori, due giovani campioni in erba, che il Napoli ha intenzione di acquistare in stock dalla Samp per la prossima stagione: l’attaccante Mauro Icardi e il centrocampista Pedro Obiang. Sì, sono loro i primi due obiettivi del mercato. E sarebbero anche due ottimi argomenti per consolidare il rapporto con il Matador. Che, storia nota e aspirazione legittima, vuole vincere in Italia e in Europa.
IL FUTURO – Gennaio è appena andato e De Laurentiis ha messo a segno una serie di colpi molto interessanti, con il potenziale colpaccio-Rolando, ma la programmazione del futuro è già entrata nel vivo. Del resto, il Napoli sta viaggiando a vele spiegate e sta raccontando al mondo la sua voglia di affermarsi a tutti i livelli, e dunque è logico che il club abbia la ferma intenzione di bruciare la concorrenza già nelle prossime settimane.
Di certo, in questi giorni sta intensificando contatti e rapporti a Doha, in Qatar, in occasione dell’assemblea generale dell’Eca (European Club Association). Doha, sì, che oggi sarà anche il teatro dell’amichevole, Spagna-Uruguay. Un intreccio fitto come mai, dopo la notizia sparata dal portale di Barcellona. Gli occhi degli inviati allo stadio Khalifa, dunque, saranno più che mai puntati su Edi e sull’indiscrezione dell’interessamento del Real. Che, secondo Sport.es , avrebbe già offerto 50 milioni di euro. Tredici meno dell’importo della clausola. Non bastano.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.


La redazione di IamNaples.it

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google