Napoli, ora il San Paolo è un problema: addio restyling e niente stipendio per gli steward da febbraio

La società ed il comune preferiscono restare nella situazione di stand by attuale

Napoli, una città, una squadra ed un Comune legate sempre alla solita domanda: crescere o di rimanere così? A quanto pare, almeno per quanto riguarda il club di calcio ed il Comune di Napoli, loro preferiscono rimanere al momento in stand by, lasciando che tutto scorra senza mai tentar di progredire realmente.Il Napoli ed il Comune sono legate a doppio filo da una sola cosa, lo stadio San Paolo.

Negli ultimi mesi non si è fatto altro che parlare del famoso restyling della struttura per una cifra che si aggira attorno ai 30 milioni. Si è parlato di installare sotto le curve due maxi schermi, di eliminare il secondo anello, dai distinti e dalle tribune, in modo tale da eliminare anche la pista d’atletica e poter consentire ai tifosi di assistere alla partita da più vicino.

Si era pensato anche di ristrutturare i parcheggi sotterranei ma alla fine nulla di quanto detto sarà fatto.Il motivo? Semplice, al presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, non garberebbero i due concerti organizzati ad agosto al San Paolo perchè c’è il rischio che si rovini il manto erboso. Peccato che, solo pochi mesi fa, il Comune di Napoli ed il club partenopeo, avevano raggiunto un accordo il quale prevedeva che, nel caso in cui si fosse rovinato il manto erboso per via dei concerti, i lavori li avrebbe pagati il Comune.Per questo motivo, secondo alcune indiscrezioni raccolte da noi di C&F, il restyling completo del San Paolo non verrà effettuato.

I lavori che saranno pattuiti con il Comune di Napoli riguarderanno: l’inserimento dei nuovi sediolini, la ristrutturazione dei bagni e la messa in sicurezza della Curva A.A destar scalpore però, non è tanto il mancato restyling del San Paolo a cui erano solo in pochi a credere, ma una notizia giunta in merito agli steward impiegati durante le partite casalinghe degli azzurri.

Secondo altre indiscrezioni raccolte da noi di C&F, il Napoli non paga gli stipendi degli steward da febbraio scorso. Si parla ovviamente di cifre irrisorie visto che, la paga giornaliera di uno steward è di 22,80 euro netti. Inoltre, fino a qualche anno fa, in base agli accordi presi con il Comune, il Napoli pagava solo una parte degli stipendi degli steward. Successivamente, il Comune di Napoli si è tirato indietro ed il club partenopeo, per non pagare ‘ingenti’ somme, ha deciso di ridurre il numero di steward al San Paolo.Insomma, non è proprio una bella notizia, soprattutto quando si parla di un club che ambiscea diventare grande. Al momento, non si sa con esattezza a quanto ammonta l’arretrato nei confronti degli steward ma sicuramente, rispetto alle cifre che si spendono sul mercato, sarà una esiguità.

Fonte: CalcioeFinanza.it

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.