Napoli Primavera, l’ex Apuzzo: “Strutture giovanili non all’altezza”

Ernesto Apuzzo, ex allenatore del Napoli Primavera, ha parlato nel corso di Punto Nuovo Show, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo:

“Il Napoli rappresenta un’eccellenza in questo momento, si potrebbe migliorare sul settore giovanile, ma non è semplice. Grava e Caffarelli hanno fatto un grande lavoro, seppur abbiano avuto molte difficoltà oggettive dal punto di vista strutturale. E poi si vedono i D’Andrea e altri che emigrano e fuggono al nord. Avendolo vissuto in prima persona, bisogna ammettere che le infrastrutture non sono spesso all’altezza di una grande società com’è il Napoli. A Bergamo, a Milano, a Roma investono sul settore giovanile e hanno grandi risultati. Evidentemente questa non è una priorità in casa azzurra.

Perché pochi giocatori del vivaio arrivano prima squadra? Dipende tutto dagli investimenti, ripeto. Ricordo una gara contro il Genoa di El Shaarawy: il mio Napoli era costato 30mila euro, quel Genoa 10 milioni di euro. A me dispiace vedere i D’Andrea che vanno fuori, perché la Campania abbonda di talento e materia prima. A Napoli ora è difficile emergere anche perché il Napoli è diventato una big europea e non c’è spazio per quelli meno pronti”.

 

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.